Lusi, spuntano altri 13 milioni di euro

1' di lettura

Dalla relazione della società di consulenza Kpmg, che ha esaminato la contabilità della Margherita dal 2001 al 2011, emergerebbero nuove somme sottratte dal partito prima del 2007. L'ex tesoriere è indagato per appropriazione indebita

Dalle casse della Margherita potrebbero essere spariti altri 13 milioni di euro oltre a quelli già confessati dal senatore ed ex tesoriere Luigi Lusi. E’ quanto emergerebbe dalla relazione della società di consulenza Kpmg, consegnata la mattina del 12 aprile ai magistrati della Procura di Roma dagli avvocati della Margherita.
"Dall’esame della situazione contabile dell’esercizio 2011 – si legge nel documento – risultano spese per viaggi e trasferte elettorali pari a 869.428 euro, che si riferiscono a diverse centinaia di assegni di taglio inferiore ai 12mila euro, emessi dal tesoriere sul conto corrente acceso presso Bnl".

I 13 milioni di euro sarebbero riferibili agli anni compresi tra il 2001 e il 2007 e verrebbero attribuiti a viaggi, trasferte elettorali e altre voci di spesa. Ma le verifiche su queste somme, effettuate dalla Banca d’Italia e dall’Autorità Giudiziaria, sono ancora in corso.

Luigi Lusi è iscritto al registro degli indagati per appropriazione indebita aggravata. Dopo l’uscita delle notizie relative alle indagini della magistratura di Roma, l’ex tesoriere è stato accusato Francesco Rutelli, leader ai tempi della Margherita, di aver agito “per suo conto personale” e “fuori da ogni mandato”.

Tutti i video sul caso Lusi

Leggi tutto