Ancora maltempo: sarà l’aprile peggiore degli ultimi 20 anni

1' di lettura

Allerta meteo della Protezione civile per una nuova perturbazione che porterà piogge, temporali e forti raffiche di vento su buona parte dell’Italia. E anche nei prossimi giorni le previsioni non promettono bene. GLI AGGIORNAMENTI SUL TEMPO

Guarda anche:
Maltempo: tutte le foto
Le previsioni del tempo

Una nuova perturbazione di origine atlantica raggiungerà mercoledì 11 aprile il nostro paese portando instabilità su buona parte dell'Italia (qui le previsioni del tempo), con piogge e temporali che interesseranno le regioni centro settentrionali. Sulla base delle previsioni, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un’allerta meteo che prevede, a partire dalle prime ore dell’11 aprile, temporali anche molto intensi, su Lazio, Toscana, Veneto e Friuli Venezia Giulia. I fenomeni saranno accompagnati da fulmini e forti raffiche di vento.

Il bollettino della Protezione Civile parla di "una giornata caratterizzata da condizioni di diffusa instabilità su tutto il Paese, con mari molto mossi e temporali sulle regioni settentrionali e su quelle centrali del versante Tirrenico". Il Dipartimento continuerà a seguire l'evolversi della situazione "in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile".

Ma anche nei prossimi giorni il maltempo non mollerà la presa sulla Penisola. I meteorologi prevedono infatti ancora instabilità per i prossimi dieci giorni. Dopo una pausa attesa per giovedì 12 aprile, con temperature in risalita fino a 20 gradi sulle regioni tirreniche, un miniciclone investirà nuovamente l’Italia dal pomeriggio di venerdì 13 aprile, portando venti fortissimi, fino a 100 km orari, sul canale di Sardegna. La perturbazione insisterà per tutto il week end con piogge, temporali e neve sulle Alpi sopra i 1000 metri. Insomma, avvertono gli esperti, dopo il marzo più caldo dal 1800 il mese di aprile sarà tra i più instabili e freschi degli ultimi 20 anni.

Leggi tutto