Costa Concordia: permesso pasquale per Schettino

Un fermo immagine tratto dal filmato del Tg5 che mostra Schettino mentre va dalla sorella per il pranzo di Pasqua
1' di lettura

Il comandante alla guida della nave naufragata nel gennaio scorso, ha ottenuto una licenza di 3 ore dagli arresti domicialiri per trascorrere il pranzo insieme alla famiglia

Naufragio Costa Concordia: LO SPECIALE - LE FOTO
Giglio, ai naufraghi 11 mila euro
Costa Concordia, per gli americani è un mini-risarcimento

(In fondo tutti i video sulla Costa Concordia)

Tre ore di permesso dagli arresti domiciliari per il pranzo di Pasqua a casa della sorella: sono quelle di cui ha potuto usufruire il comandante Francesco Schettino, alla guida della Costa Concordia durante il naufragio del 13 gennaio scorso.
Schettino ha potuto così lasciare la sua abitazione di Meta di Sorrento (Napoli) per poi farvi rientro dopo pranzo.

A documentare quanto avvenuto, con le prime immagini dai giorni dell'arresto subito dopo il naufragio all'Isola del Giglio del 13 gennaio scorso, è stato il Tg5, con una troupe davanti alla casa del comandante.
Camicia azzurra, giacca blu elettrico, pantaloni scuri, occhiali da sole: così Schettino è stato ripreso dalle telecamere mentre usciva e poi rientrava nella sua casa di Meta di Sorrento, in entrambi i casi assieme alla sorella.

Leggi tutto