Calcio scommesse, arrestato un difensore della serie A

1' di lettura

Andrea Masiello, ex calciatore di Bari, ora all'Atalanta, è finito in manette insieme ad altri due scommettitori su ordine della Procura. L'accusa è di associazione per delinquere finalizzata alla frode sportiva. Il ds della squadra: "Un colpo al cuore"

FOTO: L'album dello scandalo - I protagonisti della seconda fase

VIDEO: La prima fase: i 18 match sospetti - Doni-Santoni, l'intercettazione: "Fantozzi, è lei?"

(in fondo all'articolo tutti  i video sul calcio scommesse)


L'ex difensore del Bari, Andrea Masiello, ora all'Atalanta, è stato arrestato dai carabinieri nell'ambito dell'indagine barese sul calcioscommesse.
Oltre a Masiello - a quanto si è appreso finora - sono stati condotti in carcere due suoi amici e scommettitori, Giovanni Carella e Fabio Giacobbe, ritenuti complici delle combine di alcune partite disputate dal Bari nello scorso campionato di serie A. L'accusa è di associazione per delinquere finalizzata alla frode sportiva.

Sotto accusa il derby pugliese - Nell'inchiesta del calcio scommesse, che va ormai avanti da alcuni mesi suddivisa in diversi filoni, l'attenzione dei magistrati si è soffermata su un Bari-Lecce dello scorso campionato di Serie A finito 0-2, anche grazie a un autogol del difensore del Bari (LE IMMAGINI).
"Non ci siamo resi conto di niente, è un colpo al cuore", ha detto a SkyTG24 il direttore sportivo del Bari  Guido Angelozzi.

Gli indagati - Tra gli ex calciatori biancorossi che sono invece solo indagati ci sono Daniele Portanova (difensore del Bologna), Alessandro Parisi (difensore del Torino), Simone Bentivoglio, Marco Rossi, Abdelkader Ghezzal, Marco Esposito, Antonio Bellavista e Nicola Belmonte. Nel registro degli indagati ci sono anche i nomi del factotum barese Angelo Iacovelli, tre ristoratori - Nico De Tullio, Onofrio De Benedictis e Francesco De Napoli - ritenuti complici dei calciatori, scommettitori e loro amici: Arianna Pinto, Giovanni Carella, Fabio Giacobbe, lo 'zingaro' Victor Kondic, Leonardo Picci e l'albanese Armand Caca.

Leggi tutto