Incidenti sul lavoro, due operai morti a Milano e Torino

L'impalcatura dalla quale è caduto un operaio che stava lavorando alla costruzione del nuovo inceneritore a Torino
1' di lettura

Un carpentiere è deceduto nel capoluogo piemontese dopo essere caduto da un ponteggio. Altri due sono rimasti gravemente feriti. In Lombardia invece a perdere la vita è stato il titolare di un’impresa edile, precipitato da un balcone

Due morti e due feriti in gravi condizioni. E' il bilancio di due incidenti sul lavoro, uno a Milano l'altro a Torino, avvenuti sabato 31 marzo. Il primo si è verificato nel capoluogo piemontese, dove un operaio è deceduto dopo essere caduto da un ponteggio. A Milano invece a perdere la vita è stato il titolare di un'impresa edile, precipitato da un palazzo.

Torino - I tre operai sono caduti da un ponteggio dall'altezza di 40 metri nel cantiere per la costruzione del nuovo inceneritore. Nell'incidente è morto Cosimo Di Muro, 47 anni, di Canosa di Puglia (Bari). Sono rimasti feriti il fratello, Antonio, di 39 anni, e il romeno Mihai Lupu, di 24. Entrambi sono ricoverati all'ospedale Cto di Torino. Sono in gravi condizioni ma non sarebbero in pericolo di vita. Hanno ricevuto la visita del ministro del Lavoro, Elsa Fornero. Secondo una prima ricostruzione fatta dai Vigili del fuoco l'incidente sarebbe stato causato dal cedimento meccanico dell'impalcatura del ponteggio la cui installazione era stata terminata venerdì 30.

Il servizio di SkyTG24:



Milano - La vittima dell'incidente avvenuto nel pomeriggio di sabato 31 è un cittadino egiziano di 41 anni. Assieme ad altri tre operai, stava ristrutturando un appartamento in uno stabile di via Suzzani, nella  zona nord di Milano. Secondo le prime ipotesi, il 41enne avrebbe perso l'equilibrio mentre stava sistemando il cavo di una carrucola usata per realizzare i lavori, precipitando dal balcone. Trasportato in codice rosso all'ospedale Niguarda, è morto poco dopo le 15.

Leggi tutto