Gran Sasso, si guasta la seggiovia: in 30 restano sospesi

1' di lettura

Il vento, che ha superato i 100 chilometri orari, ha bloccato per diverso tempo i passeggeri a Campo Imperatore, a 2100 metri di altezza. I tecnici hanno poi riparato il guasto. Poco dopo un analogo incidente è avvenuto in Trentino. LE IMMAGINI

Due incidenti, in poche ore. Uno sul Gran Sasso, l'altro in Trentino. Entrambi avvenuti in una seggiovia. Il primo episodio si è verificato nella mattina di sabato 10 marzo a Campo Imperatore, a quota 2.100 metri. Gli operai del Centro Turistico Gran Sasso hanno riparato il guasto dell'impianto.
I passeggeri, una trentina di sciatori, sono quindi tornati alla base senza problemi. Le squadre di soccorso, vigili del fuoco, militari del Soccorso alpino della Guardia di Finanza (Sagf) e del soccorso alpino e speleologico (Cnsas) erano comunque già sul posto e pronte a intervenire.
E' stato il vento forte che a tratti ha superato i 100 chilometri orari a determinare lo "scarrucolamento della fune portante-tranete" e dunque il blocco della seggiovia in località 'Fontari' a quota 2.100 metri.

Guarda il video pubblicato su Youtube:



200 persone bloccate in Trentino - E un episodio simile è accaduto anche in Trentino. Circa duecento persone sono invece rimaste bloccate per circa un'ora su una seggiovia al Passo del Tonale, a causa di un guasto. Anche in questo caso, non ci sono state conseguenze.

Leggi tutto