Milano: pensionato ucciso da un branco di cani randagi

1' di lettura

L'uomo, 74 anni, residente a Como, passeggiava in via Martirano, zona Baggio, quando è stato assalito. Un contadino che si trovava nei paraggi è riuscito a far scappare gli animali, ma la vittima è deceduta in ospedale

Un uomo di 74 anni è morto dopo essere stato aggredito da un branco di cani randagi, a Baggio, periferia di Milano. L’uomo era stato soccorso da un contadino che si trovava nei paraggi e portato d’urgenza al San  Raffaele, ma non ce l’ha fatta. Ad ucciderlo, secondo i medici, non solo i morsi dei cani, ma anche il grande spavento su un uomo di età avanzata e in condizioni di salute non ottimali.

Il pensionato, residente a Como, era andato a trovare una coppia di amici milanesi e, in attesa che rientrassero dal lavoro, aveva deciso di fare una passeggiata in via Martirano, quartiere Baggio, (guarda la mappa) che pur essendo una strada fra i campi è asfaltata. Lì era stato circondato e attaccato da cinque, forse sei, cani randagi, fin quando una contadino di 66 anni che stava zappando un terreno, non era riuscito a farli fuggire con un bastone riesce a farli fuggire. L'anziano è poi stato trasportato in massima urgenza con l'eliambulanza all'ospedale San Raffaele.

La polizia locale ha fatto giungere sul posto una squadra di accalappiacani che ha lavorato per ore ma a vuoto perché nessun cane è stato catturato. Non sembra, al momento, che gli animali siano di coloro che abitano in due campi nomadi della zona.  A Milano vi sono stati casi, come dappertutto, di aggressioni di singoli cani a persone o bambini, ma si fa fatica a ricordare episodi in cui gli animali erano in branco e randagi e che sopratutto abbiano ucciso.

Leggi tutto