No Tav: gli istanti prima della caduta di Luca Abbà. VIDEO

1' di lettura

L'attivista si arrampica su un traliccio ad alta tensione del cantiere di Chiomonte, si volta e alza un braccio in segno di vittoria. Poco dopo il 37enne della Val di Susa viene folgorato dalla corrente e cade da un'altezza di 15 metri

Guarda anche:
Leader dei No Tav folgorato cade da un traliccio
La telefonata del leader No Tav prima di cadere
La diretta dei No Tav su Twitter - Le foto
Le immagini di tutte le proteste No Tav
Solidarietà ai No Tav da tutta Italia: le foto

In un video della Polizia di Stato gli istanti prima della caduta di Luca Abbà, l'attivista No Tav in coma farmacologico dopo essere rimasto folgorato dalla corrente di un traliccio ad alta tensione del cantiere di Chiomonte su cui si era arrampicato per protesta. Sono partiti i lavori quando Abbà sale sul traliccio, si volta e alza un braccio come in segno di  vittoria. Poco dopo la scossa elettrica che ha folgorato l’attivista e la caduta da una altezza di 15 metri.

Abbà, 37 anni, vive a Ruinas di Cels, una frazione del Comune di Exilles, lavorando la terra e svolgendo saltuariamente dei servizi di giardinaggio. Ha aderito ai No Tav fin dai primi vagiti del movimento e ne è diventato molto presto uno dei leader. Abbà è anche una delle centinaia di persone che hanno acquistato uno dei minuscoli appezzamenti in Valle Clarea espropriati per i lavori e divorati dalle ruspe e dalle reti del cantiere Tav.

Leggi tutto