'Ndrangheta: ecco come i clan si spartiscono il pizzo. AUDIO

1' di lettura

In una telefonata intercettata dai carabinieri, un affiliato alla cosca Ficara-Latella di Reggio Calabria spiega all'imprenditore vincitore di un appalto chi deve pagare per lavorare in sicurezza. E rivela una divisione capillare del territorio. 5 fermati

"La zona tra il km e 6 e il 700 è di mia competenza, la zona dal semaforo in poi fino al km 22 è divisa a metà, tra la mia famiglia e un’altra, dal km 22 al 31 è di quelli con cui hai parlato l’altra volta”. Le istruzioni, precise, che vengono date all’imprenditore vincitore dell’appalto per l’ammodernamento della statale 106 ionica, arrivano da uno degli affiliati alla cosca della 'Ndrangheta Ficara-Latella di Reggio Calabria e riguardano il pizzo destinato ai clan. Una sorta di "tassa" per poter lavorare in sicurezza, che le cosche si spartiscono secondo criteri precisi, superando ogni rivalità e presentandosi come un unico interlocutore.

A scoprire la spartizione capillare di "competenze" tra i clan, i carabinieri, che hanno intercettato la conversazione (ascolta l'audio nel video in alto). Cinque persone,  ritenute affiliate ai clan Ficara-Latella e Iamonte di Melito Porto Salvo sono state fermate.Associazione mafiosa ed estorsione, aggravata dall’aver favorito la Ndrangheta, le accuse a loro carico. Sequestrato un patrimonio per 20 milioni di euro riconducibile agli indagati.

Leggi tutto