Neve e gelo, gli aggiornamenti su strade e autostrade

1' di lettura

Emilia Romagna e Marche le regioni in cui si riscontrano maggiori difficoltà. Nevica sull'autostrada A14 tra Bologna e Ancona, sull'A1 tra Parma e Barberino del Mugello e al sud sull'A16 Napoli-Canosa e sull'A3 Salerno-Reggio Calabria. LE PREVISIONI


(In fondo all'articolo tutti i video sull'emergenza neve)

Continuano i problemi su diverse strade e autostrade italiane per l'ondata di freddo e neve, soprattutto nel Centro-Sud Italia. Qui di seguito, tutti gli aggiornamenti e il monitoraggio di Viabilità Italia (ultimo comunicato diffuso alle ore 17.30).

Le deboli precipitazioni nevose in atto in Emilia Romagna e Marche al momento riguardano l’autostrada Adriatica A/14 nel tratto tra Bologna e Ancona – in particolare il nodo del capoluogo emiliano – e  tra Cattolica e Pesaro. Neve a tratti anche anche lungo l’autostrada A1 da Parma a Barberino del Mugello. Sulla SS3bis/E45 ha iniziato a nevicare tra Verghereto e Cesena. Non si registrano turbative alla circolazione.

Anche neve sull’A/23 al confine di Stato tra Pontebba e da questa mattina anche in Veneto: al momento nevica sull A57 in prossimità di Teraglio. Nevica, senza turbative, anche in A/22 tra Ala Avio e Verona Nord.

Al sud nevica sull’autostrada A/16 Napoli-Canosa tra Candela e Baiano e sull’A/3 Salerno - Reggio Calabria, tra gli svincoli di Lagonegro e Frascineto, e sono in atto le deviazioni per tutti i mezzi pesanti e per i mezzi sprovvisti di catene in direzione nord presso lo svincolo di Falerna e in direzione sud presso lo svincolo di Lagonegro nord; analogamente uscita obbligatoria a Sibari in direzione nord con rientro ad Atena Lucana.

Il vento forte, caratteristico di questa perturbazione, potrebbe creare scarsa visibilità e accumuli di neve anche consistenti nelle zone maggiormente esposte.

La circolazione nella giornata odierna è stata agevolata dal divieto generale di transito dei mezzi pesanti con massa superiore ai 75 quintali, in vigore dalle 8.00 alle 22.00, secondo il calendario annuale predisposto dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, cui si aggiungono le interdizioni stabilite dai Prefetti di varie province dell’Italia centro-meridionale a causa dell’ondata di maltempo e che non prevedono minori deroghe alla circolazione del traffico commerciale nei loro territori. Tale situazione comporta, all’occorrenza, l’attuazione del fermo temporaneo dei mezzi pesanti in aree di stoccaggio o deviazione su itinerari alternativi.

Provvedimenti interdittivi del traffico commerciale sono in vigore al momento su alcune arterie viarie del territorio del Lazio, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Marche, Molise e, localmente, in Campania e in Puglia.

Roma e Lazio
Si ricorda che fino alle ore 24.00 di oggi, 12 febbraio, sul Grande Raccordo Anulare di Roma, sull’Autostrada Roma - Aeroporto di Fiumicino e sulle Strade Statali di competenza ANAS permane:
•    divieto di transito per tutti i veicoli sprovvisti di catene da neve a bordo o pneumatici invernali;
•    divieto di transito, in caso di neve, per i veicoli sprovvisti di catene montate o pneumatici invernali;
•    divieto di sorpasso, in caso di neve, ai mezzi superiori alle 7,5 t sull’A90/G.R.A. e sull’A91 (Autostrada Roma Fiumicino).

Avviso di condizioni meteorologiche avverse
Per la giornata di oggi, il bollettino meteo emesso dal Dipartimento della Protezione Civile segnala neve:
•    a tutte le quote su Friuli Venezia Giulia, Trentino, Veneto, Romagna, Lombardia orientale, settori sudoccidentali del Piemonte, montuosi della Liguria, Marche, Umbria orientale, Abruzzo, Molise e restanti settori centro-meridionali del Lazio, con apporti al suolo da deboli a moderati;
•    al di sopra di 100-300 metri e localmente a quote inferiori su settori settentrionali di Campania, Basilicata e Puglia e sulla Sardegna centro-settentrionale, con apporti al suolo da deboli a moderati, puntualmente elevati sulla Campania;
•    al di sopra dei 200-400 metri sui restanti settori di Campania, Basilicata e Puglia e sulla Calabria settentrionale, con apporti al suolo da deboli a moderati, puntualmente elevati su Campania e Calabria;
•    al di sopra dei 400-600 metri sul resto del meridione, con apporti al suolo da deboli a moderati, puntualmente elevati sulla Calabria.

In considerazione delle basse temperature, occorre prestare la massima attenzione alla possibile formazione di ghiaccio sulla sede stradale.

Si sono inoltre registrati episodi di inefficienza ai veicolo a motore diesel a causa del congelamento del gasolio dovuto al clima particolarmente rigido in alcune zone del paese. Pertanto, si raccomanda di verificare durante il rifornimento che la tipologia di carburante sia quella prescritta per il periodo invernale, ed in alternativa di far uso di appositi additivi con funzione anticongelante.    

Si continua a raccomandare agli automobilisti che si metteranno in viaggio nelle prossime ore di mantenersi  costantemente informati sulle condizioni di strade ed autostrade, equipaggiare i veicoli con catene da neve o pneumatici invernali, nonché porre la massima attenzione e prudenza nella guida. Notizie sempre aggiornate sono disponibili attraverso i canali del C.C.I.S.S. (numero verde gratuito 1518, sito web www.cciss.it e mobile.cciss.it, applicazione gratuita iCCISS per iPHONE), le trasmissioni di Isoradio ed i notiziari di Onda Verde sulle tre reti Radio-Rai; per l’autostrada A/3 “Salerno Reggio Calabria” è in funzione, per le informazioni sulla viabilità, il numero gratuito 800 290 092.

Circolazione ferroviaria
Tutte le linee principali della rete sono operative rispettando il piano di emergenza neve predisposto da Ferrovie dello Stato Italiane per la giornata di oggi, in coerenza con le indicazioni di Protezione Civile. Al momento non si registrano particolari criticità sull’intera rete ferroviaria. Viene confermata anche per la giornata odierna la chiusura di alcune linee ferroviarie secondarie in Toscana, nelle Marche ed in Abbruzzo e Molise.
Informazioni di dettaglio sono disponibili sui siti web trenitalia.com, fsnews.it e chiamando il Numero Verde gratuito 800 89 20 21.

Leggi tutto