Roma, attesi 30 cm di neve: scuole chiuse e obbligo catene

1' di lettura

La decisione del sindaco Alemanno in vista della nuova ondata di gelo. Chiusi anche gli uffici pubblici il 10 e l'11 febbraio. E sulla querelle con la Protezione civile il primo cittadino dice: "Pensiamo al bene della città, non alle polemiche". VIDEO

Guarda anche:
Le previsioni del tempo
Tutte le notizie su maltempo e conseguenze

FOTO: Tutte le immagini dell'emergenza - I soccorsi - Neve e ghiaccio in tutta Europa

VIDEO:
Il film dell'emergenza - Le testimonianze via web - Gli italiani si scoprono videomaker - Neve e stalattiti a Urbino

REAZIONI:
Alemanno contro la Protezione civile - Monti conferma la fiducia a Gabrielli -

APPROFONDIMENTI: Ecco come è nata "l'autostrada del gelo" - Emergenza gas: limiti ai consumi delle industrie

Il sindaco di Roma Gianni Alemanno ha disposto (qui il testo con l'ordinanza) la chiusura delle scuole e degli uffici pubblici per il 10 e l’11 febbraio a causa delle previsioni meteorologiche che parlano di neve sulla capitale. Una specifica ordinanza del Prefetto di Roma, Giuseppe Pecoraro, indicherà gli uffici che resteranno aperti nonostante l'allerta meteo.
Alemanno ha invitato in conferenza stampa (VIDEO) "tutti i cittadini a non utilizzare inutilmente la macchina. C'è l'obbligo di portare catene a bordo (dal 10 febbraio alle ore 6 fino alle 24 di sabato 11 febbraio) e montarle quando iniziano le precipitazioni nevose. Questo per evitare macchine bloccate in mezzo alla strada e garantire l'apertura della strade anche ai mezzi di soccorso". 
Intanto, sulla nuova allerta meteo, è intervenuto anche il ministro dell'Interno Anna Maria Cancellieri che, in un'informativa al Senato, ha parlato di una nuova "eccezionale" ondata di gelo in arrivo sulla Penisola, con nevicate e freddo intenso già da oggi, giovedì 9 febbraio al Nord e dl 10 febbraio su tutto il Centro-Sud.

Alemanno-Gabrielli, dopo le polemiche l'incontro: "Ora collaboriamo" - Prima della conferenza stampa, il sindaco Alemanno ha incontrato il capo della Protezione Civile Franco Gabrielli per parlare dell’emergenza per la nuova ondata di maltempo prevista su Roma. La previsione del "Dipartimento è di 30 centimetri di neve a Roma", ha reso noto il primo cittadino di Roma Gianni Alemanno al termine dell'incontro. "L'ondata di maltempo dovrebbe cessare sabato all'ora di pranzo". Alemanno ha sottolineato che lo scorso venerdì l'allerta meteo parlava di possibile "neve nella serata" mentre l'attuale bollettino indica neve per tutta la giornata". Proprio sulle previsioni del 3 febbraio diffuse dalla Protezione civile, era nata la polemica tra il sindaco di Roma e il capo della Protezione civile. Il primo cittadino della capitale ha infatti accusato il Dipartimento di aver diffuso dei bollettini sbagliati. Accuse che Gabrielli ha respinto al mittente.
Polemiche su cui Alemanno sembra ora voler mettere la parola fine: "Ora io e Franco Gabrielli collaboriamo. Nessun passo indietro però da parte di entrambi sulla lettura su ciò che è successo la scorsa settimana".

I trasporti - Sui trasporti, il primo cittadino ha reso noto che "per questa emergenza garantiremo la metà  dei bus a disposizione: 866 su 1700. Stiamo fornendo gomme termiche al trasporto pubblico, le metro A e B funzioneranno, i taxi scioglieranno i turni". Il Comune sta aiutando i tassisti anche nel reperire catene da neve "perché in molti non ne sono dotati".

I mezzi in campo -
La salatura delle strade in previsione dell'emergenza neve che investirà la capitale tra venerdì e sabato è già iniziata. "Ci sono mille tonnellate di sale - ha detto il sindaco Gianni Alemanno - che saranno disponibili. C'è il massimo livello di salatura delle strade". Ai municipi di Roma verranno distribuite 4mila pale, messe a disposizione dei volontari e dei cittadini, per liberare le strade. Roma Capitale ha messo in campo 250 mezzi dedicati alla rimozione della neve: 87 spalaneve, 40 bobcat, 29 spargisale e altri 94 mezzi. Ci saranno oltre 6mila operatori in servizio su tre turni: dai volontari della Protezione Civile all'Ama, al Servizio Giardini fino alle cooperative sociali e lavoratori interinali. Ci saranno in servizio 900 agenti della polizia locale. Verranno presidiate mille strade 'sensibili'. Gli operatori del pronto intervento Acea saranno 45, dell'Ares 118 300 a turno".
Alemanno ha infine precisato: “Grazie all'intervento del governo Roma Capitale avrà più risorse rispetto alla settimana scorsa. C'è la disponibilità da parte del presidente Monti di rimborsare tutte le ditte private che saranno mobilitate per fronteggiare l'emergenza neve".


Leggi tutto