Caos neve a Roma: è scontro tra Alemanno e Gabrielli

1' di lettura

Il primo cittadino chiede una commissione d'inchiesta e a SkyTG24 dice: "La Protezione civile parlava di 35 millimetri di neve". La replica: "Sapeva cosa attendeva la città". Intanto scatta l'allerta gelo: scuole e uffici chiusi il 6 febbraio

Guarda anche :
A Roma
Le previsioni meteo per la Capitale
FOTO: Roma imbiancata - Si scia al Circo Massimo - A Ostia si fa a palle di neve - La Capitale sotto la neve - Dopo la neve il gelo - Cartoline da Twitter - La neve arriva al Centro-Sud - Roma: l'album dedicato alla città
VIDEO: Le immagini dall'alto

In Italia
Le previsioni del tempo
Gli aggiornamenti in tempo reale
FOTO: Città imbiancate e disagi: tutti gli scatti - Disagi su strade e ferrovie Fermo l'aeroporto di Bologna - L'album dedicato alla neve
VIDEO: Le testimonianze via web

(In fondo all'articolo tutti i video sull'emergenza maltempo)

Il giorno dopo la nevicata che ha messo in ginocchio la città ( GUARDA LE FOTO ) è ancora caos. E polemiche. Paesi senza acqua e luce alle porte di Roma, frazioni isolate in Ciociaria e nella Tuscia, pendolari bloccati in due treni alle porte di Roma. E nella capitale pochi bus, zero taxi, spazzaneve un miraggio.
Il sindaco Gianni Alemanno, svegliandosi in una Roma sotto 30-60 centimetri di neve, attacca la Protezione civile per le previsioni meteo a suo dire troppo ottimistiche e si prende la secca risposta del prefetto Franco Gabrielli, che dice: " Era informato di quanta neve stava per arrivare ". E il botta e risposta va avanti tutto il giorno. Il primo cittadino chiede una commissione d'inchiesta sull'argomento e accusa la Protezione civile di aver parlato, nel bollettino meteo, di 35 mm di neve. Ma dal Dipartimento replicano : "I 35 mm sono riferiti a cumulate di precipitazione di acqua equivalente" e "se riferiti a neve, si trasformano in centimetri". Alemanno, in serata, torna a ribadire a SkyTG24 che i bollettini erano sbagliati e che non è la prima volta che accade.
E se Alemanno se la prende con la Protezione civile, il governatore della Regione Renata Polverini accusa Trenitalia per i gravi ritardi e le cancellazioni dei convogli regionali. Il presidente del Lazio chiede l'intervento dell'esercito. Il Pd attacca sia il sindaco, di cui chiede le dimissioni, sia Polverini.

Polemiche a parte a Roma gli scenari inusuali regalati dalla nevicata soprattutto nel centro storico non alleviano certo i disagi subiti dagli abitanti. Dappertutto ci sono alberi caduti e ci si ingegna per segarli e rimuoverli. Qualcuno si diverte con lo slittino al Circo Massimo ( LE FOTO ) o in periferia, molti costruiscono pupazzi di neve, ma molte strade non sono state ripulite e domenica 5 febbraio il ghiaccio potrebbe complicare ancora di più la circolazione. La vera emergenza ora è infatti il gelo.
In provincia la situazione è perfino peggiore, con circa trenta comuni senza elettricità e senz'acqua, intere frazioni isolate, la Valle dell'Aniene completamente tagliata fuori da due giorni.

Link utili per Roma - Per chi si trova nella Capitale si consiglia di seguire le informazioni sul trasporto pubblico sul sito dell'Agenzia di mobilità. Altre informazioni possono essere trovate sulla pagina del Comune e sul sito della Protezione Civile di Roma . Qui tutte le informazioni sull' aeroporto di Fiumicino e su quello di Ciampino .

Ecco la cronaca di una giornata di caos e polemiche

ore 19:15 Alemanno a Sky TG24 ribadisce: sbagliati i bollettini meteo -
Tornando sulla polemica con Gabrielli, il sindaco di Roma mostra a SkyTG24 "le carte", le previsioni della Protezione civile, ribadendo che non parlavano di una situazione di emergenza. E si spinge oltre: "Non è la prima volta che i servizi meteo della Protezione civile danno previsioni sbagliate". Poi, ha parlato del rischio gelo. "Questa notte spargeremo 200 tonnellate di sale, continueremo anche domenica mattina fino a spargere  800 tonnellate di sale. Se non c'è una nuova modificazione della situazione da parte della protezione civile, oggi il problema è il gelo" ha detto ribadendo che le notizie che arrivano dalla Protezione civile sono incerte.

Il video



ore 18:20 Clochard trovata morta - Una clochard di 48 anni, ucraina, è stata trovata morta in una baracca ad Ostia, nel quartiere litoraneo di Roma. La donna era avvolta in un sacco a pelo. Incerte le cause della morte ma non si esclude il freddo.

ore 18:00 Il vicesindaco: "Ci scusiamo per il disagio" -
Sveva Belviso, vicesindaco della capitale, assicura a SkyTG24 che “Roma è tornata sotto controllo. Le situazioni critiche sono state superate". Poi, sul disagio vissuto in città e sulle polemiche dei cittadini rimasti per ore bloccati sul Grande Raccordo Anulare: "C’è stato un problema grave di traffico nella zona nord. A prescindere dalle responsabilità ci scusiamo con tutti i romani. Ma non ci sono state altre criticità se non quelle legate al traffico. Le metro hanno funzionato, i trasporti anche, i nostri soccorsi sono stati efficienti".

Il video



ore 17:30 Polverini: liberate strade di accesso a Roma -
"L'elicottero della Protezione civile
regionale che sta sorvolando su Roma e provincia ci comunica che tutti gli assi viari di accesso alla Capitale sono liberi, incluso il Gra e la Cassia Bis" ha detto la presidente della Regione Lazio, Renata Polverini. "Dall'elicottero -che invece sta sorvolando sopra la provincia di Frosinone, ci arrivano notizie ancora di forte criticità".

ore 17:20 Croce rossa apre la sede ai senza tetto -
Continua l'impegno dei volontari della Croce Rossa Italiana sul territorio nazionale, nelle regioni coinvolte dalla grande ondata di maltempo. In particolare a Roma, il commissario della Cri Francesco Rocca ha disposto l'apertura della Sala Palasciano all'interno del Comitato Centrale, per accogliere i senzatetto che rischiano l'incolumità a causa della neve e delle temperature proibitive che, anche questa notte, scenderanno sotto lo zero. I posti letto allestiti sono 50.

ore 16:45 Provincia stanzia i primi 700 mila euro - "Abbiamo deciso di mettere a disposizione degli Enti locali più colpiti dal maltempo un primo stanziamento di 700 mila euro per aiutarli a superare al più presto i pesanti disagi" afferma in una nota il presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti. "Con questo primo stanziamento straordinario aggiuntivo, la Provincia si fa carico dei costi sostenuti dai Comuni per gli interventi di spazzaneve, spargisale e rimozione degli alberi pericolanti dalle strade comunali Adesso l'altro problema da superare insieme è la pesante emergenza dei black-out elettrici provocati dalla neve in vari comuni della provincia".

ore 16.20 Passeggeri Ryanair bloccati
- Alcuni momenti di tensione si sono registrati all'aeroporto di Fiumicino, per la protesta da parte di circa 500 passeggeri che dovevano partire da Ciampino con due voli low cost Ryanair, dirottati poi a Fiumicino per il maltempo e non ancora decollati per Eindhoven e Francoforte. La società di gestione, Aeroporti di Roma, sta fornendo loro assistenza, distribuendo cioccolata, acqua e merendine.

ore 16.00 Disagi collegamenti Fiumicino-Roma -
Particolarmente penalizzati anche i collegamenti ferroviari tra l'aeroporto di Fiumicino, Roma e Orte-Fara Sabina. Per il maltempo, infatti, risultano per ora 4 i collegamenti regionali soppressi, mentre sta assicurando il servizio, anche se in certi casi con alcuni ritardi sull'orario programmato, il treno diretto Leonardo express, tra lo scalo e la Stazione Termini. Numerosi anche i passeggeri, per lo piu' stranieri, giunti  a Fiumicino con voli intercontinentali che  hanno avuto difficoltà a raggiungere la Capitale, a causa della scarsa presenza, vista la forte richiesta, di taxi e auto a noleggio. Parte dei viaggiatori, a quanto si è appreso, è invece riuscita a recarsi in città grazie ad un treno a doppio piano messo a disposizione delle Ferrovie.

Il video



ore 15.40 Alemanno: scuole chiuse anche il 6 febbraio -
Il sindaco di Roma ha deciso che le scuole di ogni ordine e grado resteranno chiuse anche lunedì 6 febbraio. "Analogo provvedimento sarà preso dal Prefetto per tutti gli uffici pubblici, mentre rimarranno aperti gli uffici che garantiranno i servizi pubblici essenziali”. E riprende le polemiche con la Protezione Civile: nonostante il bollettino della Protezione Civile Nazionale continui a fornire dati relativamente tranquillizzanti,  il bollettino meteo dell'Aeronautica parla di "cielo molto nuvoloso con estese precipitazioni nevose a partire dal pomeriggio di domenica 5 febbraio. Viste le recenti esperienze riteniamo più prudente conformarci alle previsioni dell'Aeronautica anche in considerazione del rischio di gelate diffuse sulle strade romane".

ore 15.31 - Assalto ai forni di Roma -
"Stamattina dalle 10 in poi c'è stato un vero e proprio assalto ai forni di Roma. Forse perché molto preoccupati per la neve, i clienti hanno fatto scorte svuotando gli scaffali e facendo terminare il pane in poche ore". Lo afferma il presidente del settore alimentare della Confcommercio di Roma Francesco Fabbi. "L'assalto c'è stato un po' ovunque - spiega Fabbi -: supermercati pieni di gente, fila alle casse, un po' di panico. Oggi il settore alimentare è stato aperto proprio per assicurare i rifornimenti di cibo e bevande alla popolazione, ma non ci aspettavamo acquisti di questa portata, un po' esagerati rispetto alle necessità. Domani probabilmente rimarrà aperta la media e grande distribuzione per le necessità domenicali".

ore 15.09 - La situazione del traffico
- Il transito sul Grande Raccordo Anulare e sull'Autostrada Roma Fiumicino - dove la circolazione è regolare - nonché all'interno della città - ricorda Viabilità Italia - è consentito solo con catene da neve o pneumatici invernali. la Polizia Stradale ha pertanto rilasciato il fermo temporaneo di mezzi pesanti istituito nelle aree di servizio e di parcheggio sull'autostrada A12 Civitavecchia-Roma. Nell'hinterland romano, ancora disagi all'intersezione tra la SR2 Cassia e la SR2bis Cassia Veientana in localita' Le Rughe dove alcuni veicoli pesanti ed autovetture sprovvisti di catene o pneumatici invernali rimasti in panne, sono fermi per difficolta' legate alle condizioni innevate del manto stradale.

ore 14.26 - La regione Lazio chiederà una relazione a Trenitalia
-  Trenitalia dovrà presentare alla Regione Lazio una relazione su quanto accaduto, e nel caso in cui ci saranno loro responsabilità sarà sanzionata. Lo ha affermato l'assessore ai Trasporti della Regione Lazio Francesco Lollobrigida. "Abbiamo chiesto una relazione - ha affermato - con tutti i dettagli che noi confronteremo con altri dati per capire se i disagi sono imputabili al maltempo o a carenze di attenzione. E' mancata una previsione di soccorsi sulla linea, In termini contrattuali li potremmo sanzionare".

ore 14.08 - Al lavoro anche l'esercito - Da questa mattina sono al lavoro, in città, anche i mezzi dell'Esercito. Dopo la richiesta fatta questa notte dal sindaco di Roma, Gianni Alemanno, i Granatieri di Sardegna sono attivi in via del Corso e via Nazionale, mentre i Lancieri di Montebello di stanno occupando dei Parioli, la Tuscolana e la Casilina.

ore 13:50 Inferno passeggeri bloccati sui treni -
Mille passeggeri del Roma-Cassino che il 3 febbraio si era bloccato a Zagarolo ora fermo a Frosinone e cento persone di un Roma-Pescara fermo da 17 ore a Tivoli. E' la situazione di alcuni pendolari e passeggeri bloccati  nei treni nel Lazio.
“Siamo stati 22 ore su un treno. Siamo stati completamente abbandonati. La Protezione civile ci ha portato solo il tè caldo, nient’altro. Né coperte né niente” ha raccontato un passeggero a SkyTG24.

Il video



ore 13.46 - Alemanno: "Roma non è attrezzata"
-  "Ci sono pochi mezzi e Roma non è
attrezzata per l'emergenza neve: una situazione simile l'abbiamo avuta nel 1985 ed è quindi evidente che dobbiamo essere preavvertiti per tempo, almeno il giorno prima, per poter far affluire un maggior numero di mezzi dall'Italia". Lo ha detto il sindaco di Roma, Gianni Alemanno

ore 11:50 Protezione Civile ad Alemanno: 35 mm acqua = 35 cm neve - "I 35 millimetri previsti su Roma, cui ha fatto riferimento il sindaco Alemanno, "sono riferiti a cumulate di precipitazione di acqua equivalente" e "se riferiti a neve, si trasformano in centimetri". Lo afferma il Dipartimento della Protezione civile ( QUI LA NOTA ) che, "aspettando il lavoro della Commissione d'inchiesta auspicata dal sindaco Alemanno, date le informazioni scorrette che stanno circolando, ritiene necessario puntualizzare" alcuni aspetti.

ore 11:20: Taxi introvabili, pochi autobus - Nella Roma innevata, e con l'obbligo delle catene per i mezzi privati, l'unico modo per spostarsi resta la metropolitana che garantisce il servizio di entrambe le linee. Pochissimi gli autobus, anche perché il piano di emergenza neve li ha ridotti del 75%. Introvabili i taxi.

Il video




ore 10.29 - Bloccato treno a Carsoli
-  Il treno Roma-Avezzano, con circa 150 persone a bordo, e' ancora fermo a Carsoli dove si è bloccato alle 17 di ieri. Lo testimonia uno dei passeggeri a bordo sottolineando che da due ore il treno e' anche senza riscaldamento.

ore 10.13 - Alemanno a SkyTG24: "Qui siamo noi ad accusare"
- Ma il primo cittadino torna all'attacco e ai microfoni di SkyTG24 dice: "Qui siamo noi a accusare. Io sto diffondendo il bollettino meteo della protezione civile che parlava di 35 millimetri di neve su Roma giovedì". "Non ho niente da nascondere - ha aggiunto il sindaco - noi facciamo il massimo che ci è possibile con i nostri mezzi. Se la protezione civile aveva dubbi sulla adeguatezza del sistema anti-neve  della capitale ce li potevano comunicare prima. Io mi sono adeguato  alle loro previsioni". Il sindaco ha poi ribadito l'appello ai cittadini di evitare di uscire e ha lanciato un invito: "Ci saranno dei punti di distribuzione di pale. Se ci sono dei cittadini attrezzati che vogliono dare una mano ai volontari, indicheremo dove distribuiremo delle pale, per fare in modo che ci sia un grande concorso anche della popolazione per liberare Roma dalla neve".

Il video


ore 9.30 Normalizzata la situazione sul Gra - Si sono normalizzate le condizioni del Grande raccordo anulare di Roma. A renderlo noto è Viabilità Italia, il Centro di coordinamento istituito presso il Viminale, che sta monitorando la situazione della capitale, interessata per l'intera notte da una abbondante nevicata. Chiuso l'asse di penetrazione urbana dell'A24, il traffico circolante in A1 su entrambe le direttrici verso Roma puo' entrare in citta' attraverso le barriere di Roma sud e di Roma Nord, percorrendo la cosiddetta "bretella" Fiano Romano-San Cesareo.

ore 7.50 Roma, la situazione dei mezzi pubblici - A Roma le linee della metropolitana A e B sono attive, i bus viaggiano secondo quanto previsto dal Piano Neve (79 linee) con riduzioni di servizio nella zona nord della Capitale e la rete tram è al momento parzialmente non attiva. Lo rende noto Agenzia per la Mobilità . Le ferrovie Roma-Lido e Termini-Giardinetti non sono attive. Per la Roma-Viterbo è attivo il servizio urbano ma non quello extraurbano.

ore 7.30 Roma, chiuse 12 rampe del Gra - Notte di freddo e di duri disagi per centinaia di romani e pendolari, i primi rimasti "intrappolati" sul Grande Raccordo Anulare, gli altri nei convogli dei treni locali. Per permettere l'accesso dei mezzi spargisale, dodici immissioni su trentuno alla carreggiata esterna del Gra sono state chiuse. Si tratta di quelle nella zona nord della Capitale, la più colpita dal maltempo. Proprio nella stessa zona, la polizia stradale è impegnata nei soccorsi ad auto in panne con persone ancora a bordo, ma anche ad autocarri e altri mezzi. Alcune persone sono state bloccate per quasi otto ore sul Raccordo, anche a causa di mezzi pesanti fermi di traverso sulla carreggiata. Altri sono riusciti a raggiungere piazzole più ampie con stazioni di servizio.

Leggi tutto