Caos maltempo: vittime e blackout in Centro Italia

1' di lettura

Sono oltre 120mila le persone senza corrente elettrica. Nuove notizie di morti per il freddo e la neve. Monti: "Fare di più per la prevenzione". Centinaia di persone bloccate in Lazio, Abruzzo e Marche. Cronaca di una giornata di disagi

Guarda anche:
In Italia

Tutte le news sul maltempo e le conseguenze
Le previsioni del tempo
FOTO: L'album - I tweet dall'Italia - Evento eccezionale
VIDEO: Le testimonianze via web

A Roma
Le previsioni meteo per la Capitale - E Alemanno fa polemica
FOTO: La città dall'alto - Il centro - I monumenti - Tra ironia e divertimento - Ostia, il lido di Roma -  - Caos mobilità - Cartoline da Twitter - La neve arriva al Centro-Sud - Roma: l'album dedicato alla città
VIDEO: Le immagini dall'alto


(In fondo all'articolo tutti i video sull'emergenza maltempo)

L'ondata di freddo e gelo che sta flagellando l'Italia da diversi giorni ha raggiunto in tutta la sua potenza il Centro Italia. A Roma si è scatenato il caos, con una lunga coda polemica tra il sindaco Gianni Alemanno e il responsabile della Protezione Civile. Ma la situazione più dura, come testimoniato anche dal ministro dell'Interno Cancellieri a SkyTG24, si è registrata in Abruzzo, Marche e nel frusinate. Sale il bilancio delle vittime tra chi è rimasto intrappolato nella sua macchina, chi è stato travolto dal crollo di tetti e solai, e i senzatetto sorpresi dal gelo. oltre a due alpinisti in Alto Adige travolti da una slavina.

Pesantissimi i disagi in tutta la Penisola. Secondo l'Enel nel pomeriggio erano 160mila le utenze rimaste senza elettricità (poi scese a circa 120mila) in varie località dell'Italia centrale. Difficili anche i trasporti, con i treni che hanno subito ritardi o sono stati cancellati. Due le autostrade, la A24 e la A25, che resteranno chiuse durante la notte per precauzione, mentre ad Ancona sono state interrotte le operazioni di sbarco, perché i tir non riescono a lasciare il porto. A Civitavecchia, a causa del forte vento, un traghetto ha urtato la banchina del porto , senza causare vittime. E non andrà meglio nei prossimi giorni. Una situazione che ha fatto dire al premier Mario Monti che "si può e si deve fare di più, molto di più, per prevenire e ridurre le conseguenze di questi eventi".

LINK UTILI - Ecco i link utili per gli aggiornamenti in tempo reale sulle strade: cciss.it , autostrade.it . (Su smartphone e tablet, disponibile l'applicazione  'Vai') . Per quanto riguarda i treni il servizio Viaggiatreno , segnala in tempo reale il percorso dei convogli.
Di seguito, i siti per seguire la situazione negli aeroporti di Torino , Genova , Verona , Bologna , Roma Fiumicino , Milano Linate e Milano Malpensa . Tutte le informazioni sui voli Alitalia, aggiornate in tempo reale, si possono ottenere chiamando il numero verde 800.65.00.55, attraverso la funzione "Stato del Volo" del sito Internet . Per quanto riguarda il trasporto pubblico di Roma le informazioni possono essere trovate sul sito dell'Agenzia di mobilità.

Cronaca di una giornata di caos

Ore 23.00 Ancora 30 comuni senza elettricità nel Lazio -
Ancora 30 Comuni senza energia elettrica pari a 95 mila utenti: è la fotografia del grave disagio che stanno subendo i cittadini della regione Lazio colpiti dall'ondata di maltempo e dall'emergenza freddo. Il dato è emerso dalla riunione convocata dalla presidente Renata Polverini tra i tecnici della Regione e dell'Enel, che si è svolta presso la Sala operativa della Protezione civile della Regione Lazio.

Ore 22.00 In campo oltre 400 uomini
- Oltre 400 uomini, per la precisione 418, e 71 mezzi: questo l'impegno dell'Esercito per l'emergenza maltempo, in diverse regioni. In particolare, a Roma e provincia sono stati mobilitati circa 115 militari di Esercito, Marina e Aeronautica; una novantina a Bologna; 50 a Chieti; 40 a Viterbo; 30 a Siena; 50 a Forli'-Cesena; una decina a Pesaro-Urbino, altrettanti all'Aquila, a Caserta e a Sora.

Ore 21.45 Treno fermo a Tivoli: passeggeri trasferiti su pullman -
Risolto il 'giallo' del treno regionale 3378 Roma-Pescara, fermo dalle 17.30 del 3 febbraio nella stazione di Tivoli (Roma) del quale si erano 'perse' le notizie nel pomeriggio. Non è più ripartito, ma è  in corso il trasferimento dei circa cento passeggeri verso Avezzano (L'Aquila), su due autobus messi a disposizione dal Comune di Tivoli e dalla Prefettura di Roma. I mezzi sono scortati dai militari dell'Esercito. I pullman, secondo quanto riferito dai passeggeri, viaggiano a velocita' ridotta sulla autostrada A24 e fermeranno a Carsoli, Tagliacozzo e Magliano dei Marsi (L'Aquila). A bordo dei mezzi ci sarebbero anche i macchinisti del treno.

Ore 21.20 Carsoli: auto a blocchi entrano in autostrada
- Svolta nella vicenda delle auto e bus bloccati dal 3 febbraio a Carsoli ( leggi il racconto ), in provincia de L'Aquila: il sindaco del paese Mario Mazzetti ha infatti spiegato all'Ansa che a blocchi di 30 e scortati dalla Polstrada, ogni 10 minuti, i mezzi stanno entrando in autostrada ma solo in direzione di Roma. "E' una situazione allucinante - ha detto il sindaco - c'e' una slavina all'altezza di Pietrasecca e la fresa che doveva arrivare dall'Aquila per liberare dal ghiaccio il manto stradale non riesce ad arrivare qui. Quindi si torna solo indietro".

Ore 20.55 Chiuso aeroporto Raffaello Sanzio -
L'aeroporto delle Marche 'Raffaello Sanzio' resterà chiuso, a causa delle condizioni meteorologiche avverse, fino a domenica 5 febbraio a mezzogiorno. Lo ha reso noto l'Aerdorica, società di gestione dello scalo.

Ore 20.30, Fs: il 5 febbraio alta velocità quasi regolare -
Domenica 5 febbraio la circolazione dei treni ad alta velocità e della media-lunga percorrenza tornerà quasi a regime. Lo rende noto Ferrovie dello Stato, secondo la quale "nella giornata odierna tutte le linee hanno funzionato secondo quanto previsto dal Piano di emergenza neve, con riduzioni del numero dei treni e rallentamenti programmati".

Ore 20.18 Viabilità Italia: migliora situazione versante adriatico -
L'attenuazione delle nevicate sul versante adriatico dell'autostrada A14 ha permesso di rimuovere completamente i fermi temporanei dei mezzi pesanti che erano stati predisposti, secondo il piano neve, in direzione delle aree interessate. Restano invece chiuse le autostrade A24 Roma-L'Aquila-Teramo, a partire dall'intersezione A1/A24, e l'A25 Torano-Pescara.

Ore 19.59 Ancora stop a Carsoli -
Nuovo drammatico stop per il serpentone di bus che da ieri sono bloccati a Carsoli: una nuova seconda slavina ha infatti fermato l'incolonnamento dei mezzi. La slavina è caduta nel lato sinistro dell'autostrada, al km 63, cioè in direzione Roma. La Polizia stradale sta cercando di capire se il torpedone può proseguire o se sussistono ancora pericoli per l'incolumità dei passeggeri. Tra i passeggeri, fermi da oltre 24 ore, serpeggia un notevole nervosismo.

Ore 19.58 - Scesi a 120.500 gli utenti senza elettricità -
Nelle ultime 3 ore i tecnici Enel sono riusciti a rialimentare 39.520 utenze, ripristinando l'erogazione elettrica in alcune delle zone critiche nonostante rimanga difficile la viabilita' sulle strade vicinali e le arterie provinciali. Attualmente su 5,7 milioni di clienti nel Centro Sud Italia, sono 120.480 i clienti senza elettricità: 95.000 nel Lazio, 7.480 in Abruzzo, 5.800 in Molise e 12.200 in Campania

Ore 19.43 - A Bologna bloccato un Frecciargento -
Un Frecciargento partito da Venezia per Roma si e' fermato per un guasto al pantografo, dopo aver lasciato la stazione di Bologna. E' bloccato da un'ora e mezzo, prima della fermata urbana di San Ruffillo. A bordo 150 persone, tra cui bambini e disabili. Non funziona la corrente elettrica, ne' i bagni. Le Fs hanno attivato i soccorsi e un locomotore è li' per agganciare il treno e trainarlo nella vicina stazione. E' programmato un trasbordo con un altro Frecciargento, in arrivo sulla linea da Bologna Centrale.

Ore 19.25 - Autostrade chiuse -
L' autostrada dei Parchi A24 Roma-Teramo e la A25 Torano-Pescara resteranno chiuse per tutta  a notte.

Ore 19.14 - Stato di emergenza in Emilia Romagna - Il presidente della Emilia-Romagna
Vasco Errani ha dichiarato lo Stato di emergenza regionale per l'eccezionale l'ondata di neve e gelo che ha colpito la regione.

Ore 18.40 - Uffici chiusi a Frosinone lunedì e martedì -
Il sindaco di Frosinone, Michele
Marini, ha disposto la chiusura di scuole e uffici pubblici per le giornate di lunedi' sei e martedi' sette febbraio a causa dell'emergenza neve. Il presidente della Provincia, Antonello Iannarilli, in un comunicato stampa raccomanda a tutta la cittadinanza per motivi di sicurezza di non mettersi

Ore 18.32 - Decine di Tir fermi nel porto di Ancona -
Decine di tir e autovetture sono bloccate all'interno del porto di Ancona, dove la capitaneria ha fermato le attività di sbarco dai traghetti provenienti dalla Grecia. Tutta colpa delle neve e del ghiaccio, che ha paralizzato il traffico lungo la variante della Ss 76 'Ancona-Roma'.

Ore 18.29 - La vittima di Iserina deceduta per cause naturali -  E' deceduto per cause naturali, forse un infarto, il pensionato 68enne trovato cadavere nella sua auto, a S. Agapito (Isernia). L'uomo, questa mattina, era sceso in strada per riavviare la vettura dopo la nevicata. Dopo alcune ore è stato trovato riverso sul sedili da alcuni vicini. In un primo momento si era pensato alle esalazioni del motore finite nell'abitacolo a causa del tubo di scappamento occluso dal manto nevoso. La perizia medica, pero', ha escluso il monossido di carbonio e accreditato il decesso ad un malore.

Ore 18.18 - Morta una senzatetto a Roma -
Una clochard di 48 anni, ucraina, è stata trovata morta in una baracca ad Ostia, nel quartiere litoraneo di Roma. La donna era avvolta in un sacco a pelo. Incerte le cause della morte ma non si esclude il freddo.

Ore 18.12 - Morto un uomo a Frosinone -
Un uomo di 62 anni è morto schiacciato da un capannone agricolo crollato oggi pomeriggio a Frosinone sotto il peso della neve. Sul posto stanno lavorando di vigili del fuoco del comando provinciale ed il personale del 118.

Ore 18.10 - Monti: "Fare più per la prevenzione" - "Si può e si deve fare di più, molto di più, per prevenire e ridurre le conseguenze" di questi eventi. Così il premier Mario Monti interpellato a Monaco sui gravi disagi creati dal maltempo in Italia.



Ore 17.22 - Lunedì scuole chiuse ad Ascoli -
Tutte le scuole di ogni ordine e grado di Ascoli Piceno resteranno chiuse anche lunedi' 6. Lo ha deciso l'Amministrazione comunale con apposita ordinanza.

Ore 17.11 - Morti due alpinisti in Val Pusteria -
Due scialpinisti sono rimasti uccisi, travolti da una valanga caduta poco prima delle 15 a Passo Stalle, in Alta Val Pusteria, al confine con l'Austria. I loro corpi sono stati recuperati dai soccorritori.

Ore 16.47 A L'Aquila salvata donna incinta
- I militari del nono reggimento alpini hanno soccorso una donna incinta a Tagliacozzo, in provincia de L'Aquila, da trasportare in ospedale. Nella zona la neve supera i due metri. I soldati stanno lavorando allo sgombero nel tratto della Statale 82 compreso fra Balsorano e Sora.

Ore 16.26 Cancellieri: "La situazione è molto complessa" -
Il quadro della situazione è molto complesso e colpisce l'Italia Centrale sino all'Emilia Romagna". Lo ha detto il ministro dell'Interno, Anna Maria Cancellieri a Sky TG24 (video qui sopra). "Particolarmente difficile è la situazione in Abruzzo e nel frusinate, tanto che in stretto collegamento con le prefetture abbiamo chiesto al ministero della Difesa il concorso dell'esercito che in molti casi è stato prezioso per ripristinare la viabilità. La situazione è complessa e molto vasta - ha spiegato il titolare del Viminale - basti pensare che da ieri mattina i vigili del fuoco hanno effettuato piu' di 3000 interventi". L'appello ai cittadini del ministro e' "quello di non usare l'auto e cercare di non uscire".

Ore 16.24 - Enel mette a disposizione 80 gruppi elettrogeni
- Enel sta mettendo a disposizione delle forze in campo anche 80 gruppi elettrogeni che garantiscono, tra l'altro, la continuità del servizio di utenze sensibili come gli ospedali. Dalle prime ore del mattino di ieri le Squadre hanno effettuato oltre 2.100 interventi sulle linee elettriche.

Ore 16.20 - Il Molise chiede l'intervento dell'esercito -
Il presidente della Regione Molise, Michele Iorio, ha chiesto l'intervento di mezzi speciali dell'Esercito per affrontare l'emergenza neve. "Abbiamo bisogno di un aiuto straordinario - ha detto Iorio - da parte dell'Esercito per fronteggiare situazioni molto complesse legate alla difficolta' di raggiungere zone isolate dalla neve in cui sono presenti casolari e aziende agricole. Le prefetture, la protezione civile regionale, le forze dell'ordine, i sindaci e le province stanno facendo il massimo per rispondere ad un'emergenza eccezionale che investe praticamente tutta la regione e quindi un territorio che evidenzia molte specificita' e quindi difficolta' di intervento soprattutto nella provincia di Isernia".

Ore 16.06 - 160mila senza elettricità -
Sono circa 160.000 le utenze fuori servizio nel Centro-Sud Italia su 5,7 milioni di forniture gestite da Enel nelle Regioni Lazio, Abruzzo, Molise, Campania. Lo afferma l'Enel che evidenza come la società al lavoro con 1000 uomini a presidio di oltre 200.000 chilometri di rete elettrica in media e bassa tensione interessata dal maltempo.

La testimonianza di una cittadina di Frosinone, senza elettricità da giorni:



Ore 15.56 - Un morto in Molise -
Un uomo è stato trovato morto a  bordo della sua auto a Sant'Agapito, in provincia di Isernia.  L'allarme è stato lanciato da alcuni passanti e sul posto è intervenuta la squadra mobile di Isernia, ma i soccorritori non hanno  potuto far altro che costatare il decesso.  Secondo quanto hanno riferito i famigliari della vittima, l'uomo era uscito verso le 9.00 di stamattina per andare a prendere l'auto:  l'ipotesi è che sia stato colto da un malore dopo essere entrato nella vettura che era coperta di neve.

Ore 15.48 - Il Gelo rompe i tubi a Firenze
- Il gelo e il forte abbassamento  delle temperature di questa notte hanno creato ulteriori disagi  aumentando il numero di rotture di tubazioni e contatori su tutto il  territorio. A Firenze ci sono state nuove rotture in via Novelli, via  Santucci, via dei Marignolli e in viale Milton, tubature ghiacciate  stanno creando problemi in Val di Bisenzio in provincia di Prato, nel  pistoiese, nel Mugello e nel Chianti.

Ore 15.37 - Scuole chiuse nel pescarese - Niente lezioni, lunedì e martedì, a Penne, Città
Sant'Angelo e Pianella, oltre che a Pescara. A Montesilvano il sindaco Cordoma aveva già stabilito nei giorni scorsi che le scuole sarebbero rimaste chiuse anche lunedì. a Montesilvano Colle ci sono state delle difficoltà per la neve nelle strade secondarie, mentre quella principale è sgombra.

Ore 15.35 Cancellato treno tra Fano e Taranto - Il treno 9809 da Milano C.le (10:35) a Taranto (19:27) è cancellato dalla stazione di Fano alla stazione di Taranto. In sostituzione dalla stazione di Fano treno 615 da Bologna C.le (12:23) diretto a Taranto (21:12).

Ore 14.20 - Senzatetto trovato morto in Umbria
- Un clochard è stato trovato  morto stamane intorno alle 12 nella rocca medievale di Castiglione Del Lago, in provincia di Perugia. L'ipotesi più accreditata al vaglio degli inquirenti è che sia morto per assideramento.

Ore 13.48 Fs: "Non ci sono treni fermi tra le stazioni" -
"Non ci sono treni fermi in linea da ore tra una stazione e l'altra" - rendono noto le Fs - "al contrario da quanto riferiscono alcuni media". "Tutti i materiali rotabili, tra cui anche quello di Carsoli - spiegano le Ferrovie dello Stato - che da ieri non possono proseguire la corsa a causa delle abbondanti nevicate, sono fermi in stazione. Ai viaggiatori - con cludono le Fs - è stato offerto il pernottamento in albergo, laddove possibile, o in strutture messe a disposizione dalle istituzioni locali o dalla Protezione civile".  

Ore 13.43 Sette paesi isolati nella Marsica -
Sette paesi della Marsica isolati. Si tratta di Santo Stefano, Castelvecchio e Scanzano nel Comune di Sante Marie (L'Aquila), per un totale di oltre 700 abitanti, e di Roccacerro, Tremonti, Poggio Filippo e Marsia nel Comune di Tagliacozzo (L'Aquila) oltre a diversi paesi del Fucino.

Ore 13.27 Giovane morto nell'Aquilano -
Un giovane di 34 anni originario del comune di Barete (L'Aquila) è morto la scorsa notte per il maltempo. L'uomo si era addormentato dentro la propria autovettura, impossibilitato a uscire per le condizioni proibitive, e ha perso la vita a causa delle esalazioni di monossido di carbonio.

Ore 13.15 Notte in stazione, odissea conclusa nel casertano -
Odissea finita per i 15 passeggeri che hanno trascorso la notte all'addiaccio in una stazione ferroviaria del Casertano, a Vairano. Poco fa sono arrivate sul posto camionette della Protezione Civile che li sta accompagnando a casa. I passeggeri, anche una disabile, erano partiti ieri pomeriggio, poco dopo le ore 17 dalla stazione di Napoli ed erano diretti a Campobasso. Poi, in seguito ad un black out all'altezza di Venafro, il treno è stato deviato a Vairano: e li' sono rimasti fino a poco fa.

Ore 13.10 La situazione dei voli
- L’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile rende noto che al momento la situazione generale è relativamente regolare. L’Aeroporto di Ciampino, dopo la chiusura notturna, ha ripreso le attività in partenza, ma con limitazioni negli atterraggi. Gli altri aeroporti nazionali hanno attività regolari, ad eccezione di Ancona ancora chiuso fino alle 20 di oggi. L’attuale situazione di Fiumicino vede alcuni ritardi nei voli in partenza, correlati anche alle condizioni meteo degli aeroporti di destinazione.

Ore 13 Il racconto di un automobilista bloccato in macchina per dodici ore
-




Ore 12.50 La situazione a Milano -
Il sindaco di Milano su Twitter : "160 segnalazioni verificate nella notte dalle squadre tel 02.88447645 - 02.88465000/1/2 salaoperativapc@comune.milano.it #pianoantifreddo"

Ore 12.43 Enel, 1800 interventi per l'emergenza al centro sud -
Sono oltre mille gli uomini Enel in campo per far fronte all'emergenza meteo nelle regioni Lazio, Abruzzo, Molise e Campania. Le Squadre hanno effettuato da ieri oltre 1800 interventi sulle linee elettriche. Un forte punto di attenzione e criticita' resta l'accesso alle linee e alle cabine di media e bassa tensione a causa delle difficolta' di viabilita' secondaria (arterie provinciali e strade vicinali).

Ore 12.34 Tromba d'aria in Salento -
Una tromba d'aria, unita ad una grandinata, si è abbattuta la scorsa notte sul comune di Diso - a circa metà strada tra Otranto e il capo di Leuca - e la sua frazione Marittima, causando danni ingenti secondo le prime stime.
Il fortunale, a quanto si è appreso, ha causato lesioni in numerose abitazioni, ha sradicato molti alberi, distrutto la villa comunale e causato la caduta di cartelloni e muretti a secco e di recinzione. Sul posto sono al lavoro vigili del fuoco e polizia municipale.

Ore 12.29 L'Aquila bloccata, monta la protesta -
L'Aquila ed i centri del suo ampio circondario sono sepolti dalla neve: la stragrande maggioranza delle persone è bloccata in casa senza avere una prospettiva di quando potranno uscire considerando che le strade non sono percorribili perche' ancora ricoperti da una copiosa coltre di neve. Sono pochissimi, oltre agli addetti ai soccorsi - presenti in un numero insufficiente secondo i cittadini - coloro che si avventurano. Si puo' circolare sia pure con grandi difficolta', solo con mezzi equipaggiati per la neve e con auto con le catene. Sotto accusa le istituzione preposte alle emergenze.  Da stamani sta montando la protesta contro il mancato passaggio dei mezzi spartineve del Comune e della Provincia dell'Aquila e per il fatto che quando sono passati non hanno sparso sale. Le polemiche sono riferite soprattutto alla disorganizzazione della macchina degli interventi.

Ore 12 L'aggiornamento del traffico -




Ore 11.50 Crisi neve in Ciociaria. Rischio crolli, black out e località isolate. Si fa sempre più grave l'emergenza maltempo in provincia di Frosinone dove nevica da due giorni. Molti Comuni in tutta la Ciociaria sono da ieri senza energia elettrica, con la viabilità in ciri e con i mezzi pubblici bloccati. Sotto il peso della neve stanno cedendo alcuni capannoni e a rischio crollo sono anche alcuni tetti e solai. Non si contano più gli alberi crollati sulle strade. La situazione peggiore è legata al lungo black out causato dagli alberi finiti sui cavi dell'energia elettrica. A Frosinone superati i 60 cm di neve. Emergenza anche nel cassinate, dove la neve è aumentata. Sull'autostrada Roma-Napoli resta il blocco ai mezzi pesanti ma possono transitare le auto. Nel nord della provincia ci sono paesi isolati. Non si può raggiungere Filettino che tra l'altro è senza energia elettrica. Complicata la situazione anche a Fiuggi, Altipiani di Arcinazzo e nell'area tra Piglio e Anagni. Difficili anche i collegamenti telefonici. E continua a nevicare.

Ore 11.40 - Viminale, migliaia di richieste di aiuto ai Vigili del fuoco -
"Proseguono le operazioni di soccorso per l'ondata di maltempo che sta interessando l'Italia ed è stato potenziato il dispositivo di soccorso dei Vigili del fuoco anche con il richiamo in servizio di personale in turno libero" mentre sono state "migliaia le richieste di aiuto arrivate alle sale operative del 115". E' quanto riferisce il Dipartimento presso il Viminale, informando che "nelle ultime 24 ore sono state circa 2.300 le operazioni di soccorso effettuate dai vigili del fuoco". Emergenza in Abruzzo,  Lazio (dove si sono registrati 451 interventi), Emilia-Romagna (425) e Marche (394).

Ore 11.35 - Situazione difficile in Abruzzo - Nella notte, 112 persone tra cui una decina di bambini, rimaste bloccate nelle proprie auto sono state raggiunte dai soccorittori sulla SS82 del Liri a Balzorano, in provincia dell'Aquila. In Abruzzo ancora isolati molti centri urbani. Dializzati e malati soccorsi in elicpttero a causa della interruzione di gran parte della rete viaria nell'entroterra abruzzese Manca lì energia elettrica in molti Comuni. In Emilia-Romagna, "gravi disagi sono segnalati nella provincia di Forlì-Cesena, con numerosi soccorsi ad automobilisti in difficoltà e interventi per la rimozione di veicoli in panne".

ore 10.50 Treno Carsoli, treno fermo dalle 17 di venerdì 3 - Il treno Roma-Avezzano, con circa 150 persone a bordo, è ancora fermo a Carsoli dove si è bloccato alle 17 di venerdì 3 febbraio. Lo testimonia uno dei passeggeri a bordo sottolineando che da due ore il treno è anche senza riscaldamento. "Nessun assistenza ci è stata fornita" ha aggiunto il viaggiatore. "Abbiamo avuto solo due bottigliette d'acqua, una dalla Croce Rossa ieri sera intorno alle 22 e un'altra dal capotreno". "Stiamo raccogliendo le firme - ha aggiunto - per rivolgerci ad un avvocato o ad un'associazione dei consumatori per eventuali richieste di risarcimento".

ore 10.05 – Nevica in Campania
- Leggera nevicata a Napoli nelle prime ore del mattino. Nei quartieri collinari, Vomero, Rione Alto e  Camaldoli, uno strato di nevischio ha ricoperto strade e automobili  parcheggiate, ma è bastata una lieve pioggia per 'ripulire' le strade dal bianco. Va peggio nelle aree interne, dove continuano anche oggi invece  i disagi: neve abbondante nelle province di Benevento e di Avellino. Scuole e uffici chiusi in entrambi i capoluoghi, dove i mezzi  spargisale provano ad attutire gli effetti dei diversi centimetri di  neve sulla circolazione dei mezzi pubblici e privati.

Guarda le reazioni a Napoli


ore 9.47 – Gabrielli risponde ad Alemanno, è polemica
- Il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, aveva "pienamente compreso" le previsioni meteo per la Capitale. Così il capo della Protezione civile Franco Gabrielli risponde al sindaco, ricordando che ci sono le registrazioni del Comitato operativo della Protezione Civile del 2 febbraio al quale ha partecipato lo stesso sindaco.
Il Dipartimento della Protezione civile aspetta, dunque, "con fiducia la commissione d'inchiesta invocata dal sindaco Alemanno" perché sarà quella l'occasione per produrre "tutte le registrazioni del Comitato operativo che si è svolto nella serata di giovedì 2 febbraio, allargato per l'occasione a Roma Capitale, al quale ha partecipato lo stesso sindaco". Registrazioni dalle quali emerge "chiaramente" che Alemanno aveva "pienamente" capito cosa attendeva Roma.
La Protezione civile evidenza inoltre "alcuni dubbi sulla adeguatezza del sistema antineve della Capitale" e si dice "ulteriormente stupita" dalle affermazioni del sindaco Alemanno, visto che aveva deciso di sospendere le lezioni proprio in vista delle nevicate. Ed inoltre, "sull'home page del Comune di Roma si legge 'come previsto dai bollettini meteo, le precipitazioni nevose hanno investito anche la Capitale'". "Un ripensamento?", conclude la Protezione Civile. Ma Alemanno controreplica ai microfoni di SkyTG24 : "Qui siamo noi a accusare. Io sto diffondendo il bollettino meteo della protezione civile che parlava di 35 millimetri di neve su Roma giovedì".

ore 9.30 Normalizzata la situazione sul Gra -
Si sono normalizzate le condizioni del Grande raccordo anulare di Roma. A renderlo noto è Viabilità Italia, il Centro di coordinamento istituito presso il Viminale, che sta monitorando la situazione della capitale, interessata per l'intera notte da una abbondante nevicata. Chiuso l'asse di penetrazione urbana dell'A24, il traffico circolante in A1 su entrambe le direttrici verso Roma puo' entrare in citta' attraverso le barriere di Roma sud e di Roma Nord, percorrendo la cosiddetta "bretella" Fiano Romano-San Cesareo.

ore 9 Alemanno: "Chiedo una commissione d'inchiesta" -
"Chiediamo una commissione d'inchiesta perché non c'è un servizio di previsioni adeguato". E' la richiesta fatta ai microfoni di La7 dal sindaco di Roma, Gianni Alemanno, in riferimento alle eccezionale condizione climatica che si è abbattuta nella Capitale.

ore 8.30 Treni, aperte le reti di Alta velocità -
Ritardi e treni cancellati (sono circa 40) sulla rete ferroviaria. Mentre, comunicano le Ferrovie dello Stato , tutte le linee AV sono aperte e la circolazione non presenterebbe particolari criticità sui principali nodi della rete ferroviaria ad eccezione di Roma Termini dove gli itinerari principali sono al momento assicurati sui soli binari 6, per gli arrivi e le partenze da/per Milano, e 7 per gli arrivi e partenze da/per Napoli. In ambito locale - continua il comunicato - permane critica la situazione sulla Roma-Cassino e sulla Roma-Viterbo dove, a causa delle intense precipitazioni nevose di ieri e nel corso della notte, la circolazione ferroviaria è al momento sospesa. Sempre nella Capitale, i collegamenti con l'aeroporto di Fiumicino sono al momento assicurati dai treni della linea FR1 limitati alla stazione di Roma Ostiense raggiungibile con la linea metropolitana mentre i convogli no-stop in partenza da Roma Termini sono per ora cancellati ( le variazioni dei treni di sabato 4 ).

ore 8.20 Nevicate sulle autostrade del centro-sud -
Al momento le nevicate interessano i seguenti tratti autostradali: A1 Milano-Napoli, tra Sasso Marconi e Calenzano e piu' a sud tra Orvieto e Capua; D18 Diramazione Roma Nord; D19 Diramazione Roma Sud; A12 Roma-Civitavecchia; A14 Bologna-Taranto, tra Imola e Poggio Imperiale; R14 Diramazione per Ravenna; A16 Napoli-Canosa, tra Baiano e Candela ( i tratti con obbligo di catene o pneumatici invernali ).

ore 7.50 Roma, la situazione dei mezzi pubblici - A Roma le linee della metropolitana A e B sono attive, i bus viaggiano secondo quanto previsto dal Piano Neve (79 linee) con riduzioni di servizio nella zona nord della Capitale e la rete tram è al momento parzialmente non attiva. Lo rende noto Agenzia per la Mobilità . Le ferrovie Roma-Lido e Termini-Giardinetti non sono attive. Per la Roma-Viterbo è attivo il servizio urbano ma non quello extraurbano.

ore 7.30 Roma, chiuse 12 rampe del Gra - Notte di freddo e di duri disagi per centinaia di romani e pendolari, i primi rimasti "intrappolati" sul Grande Raccordo Anulare, gli altri nei convogli dei treni locali. Per permettere l'accesso dei mezzi spargisale, dodici immissioni su trentuno alla carreggiata esterna del Gra sono state chiuse. Si tratta di quelle nella zona nord della Capitale, la più colpita dal maltempo. Proprio nella stessa zona, la polizia stradale è impegnata nei soccorsi ad auto in panne con persone ancora a bordo, ma anche ad autocarri e altri mezzi. Alcune persone sono state bloccate per quasi otto ore sul Raccordo, anche a causa di mezzi pesanti fermi di traverso sulla carreggiata. Altri sono riusciti a raggiungere piazzole più ampie con stazioni di servizio.

ore 7.20 Salvate 20 persone sulla Sora-Avezzano - Il Servizio Regionale Lazio (SASL) ha salvato 20 persone bloccate dalla sera di venerdì 3 sulla superstrada Sora-Avezzano. I mezzi bloccati dalla neve si trovavano a circa 4 chilometri dall'uscita per Sora. Tra le persone bloccate c'erano anche due feriti, trasportati in ospedale dai carabinieri.

ore 7 Civitavecchia, nave della Tirrenia urta una banchina - La nave della compagnia Tirrenia "Sharden" in partenza da Civitavecchia per Olbia, a causa del forte vento, in uscita da Civitavecchia ha urtato la banchina , provocando uno squarcio nello scafo sopra la linea di galleggiamento. Nessuna conseguenza per le oltre 300 persone a bordo.



Leggi tutto