Delitto Rea, giudizio immediato per Salvatore Parolisi

1' di lettura

Il marito della vittima dovrà rispondere di omicidio volontario pluriaggravato e vilipendio di cadavere. Il 27 febbraio l'udienza dinanzi alla Corte d'Assise di Teramo per il processo. L'avvocato della famiglia: entro 4 mesi dovrebbe arrivare la sentenza

Guarda anche:
Melania, la telefonata di Parolisi ai Carabinieri. AUDIO
I protagonisti e i luoghi del giallo: LE FOTO
La telefonata che indicò dove era il corpo: L'AUDIO

(in fondo all'articolo tutti i video sull'omicidio di Melania Rea)

Il Gip del tribunale di Teramo, Giovanni de Rensis, ha accolto la richiesta di giudizio immediato di Salvatore Parolisi, richiesta presentata dal pool di magistrati che indaga sul delitto della moglie Melania Rea.
Lo stesso gip ha fissato al prossimo 27 febbraio l'udienza dinanzi alla Corte d'Assise di Teramo per il processo.

Parolisi, unico indagato e detenuto nel carcere di Teramo, risponderà di omicidio volontario pluriaggravato e vilipendio di cadavere.
Il legale della famiglia Rea, Mauro Gionni, ha espresso "soddisfazione" per la decisione del gip: secondo la sua previsione, entro quattro mesi si dovrebbe avere la sentenza.

Leggi tutto