Giglio, la prima telefonata: "Abbiamo un black out". AUDIO

1' di lettura

Ore 22.12, la Concordia ha già urtato lo scoglio. La capitaneria di porto di Livorno, avvertita dai passeggeri, contatta la nave per la prima volta. A bordo negano l’emergenza. A SkyTG24 la comunicazione-radio

LO SPECIALE: foto, video e ultime notizieL'ALBUM: Tutte le immagini - TUTTI I VIDEO

LA CONFERENZA STAMPA
: Costa Crociere: "Un errore umano"

LA TELEFONATA - "Schettino, salga a bordo": l'audio della telefonata

(in fondo tutti i video sul naufragio della Costa Concordia)

Venerdì 13 gennaio, ore 22.12, sono passati circa 40 minuti dall'impatto tra la Costa Concordia e gli scogli davanti all'Isola del Giglio. La Capitaneria di porto di Livorno, dopo aver ricevuto segnalazioni dai passeggeri che indossano già i giubbotti di salvataggio, contatta la nave per la prima volta per chiedere spiegazioni: "Avete problemi?".
"Abbiamo un black out a bordo", rispondono. "Nessun altro problema?" - insistono da Livorno - I carabinieri di Prato hanno ricevuto una telefonata dal parente di un marittimo. Dice che durante il pranzo gli è cascato tutto in testa". Ancora una volta, dalla Concordia negano l'esistenza di un'emergenza e ribadiscono: "Abbiamo un black out e stiamo verificando le condizioni a bordo" (ascolta l'audio della telefonata nel video in alto).

Leggi tutto