Botti, in molte città si spara nonostante il divieto

1' di lettura

A Palermo l’esplosione di un petardo ha gravemente ferito un 14enne, che ha perso le dita di una mano e rischia di rimanere ceco per le ustioni al volto. Anche a Bari si registrano diverse infrazioni dello stop ai giochi pirici imposto dal sindaco

Guarda anche:
Da Spread a Monster: cambiano i nomi dei botti
Maxi sequestro di botti illegali nel napoletano
Capodanno senza botti in tante città
Le immagini dei botti illegali

In molte città, tra cui Milano, Palermo, Torino, Bari e Siena, i sindaci hanno deciso quest’anno di vietare i botti nei luoghi pubblici. Pena una multa fino a 500 euro. Ma, con l’avvicinarsi della notte di San Silvestro, si registrano già le prime infrazioni e anche i primi incidenti. L'esplosione di un petardo ha infatti gravemente ferito un bambino di 14 anni di Palermo che ha perso le dita di una mano e rischia di rimanere ceco per le profonde ustioni al volto. L'esplosione ha distrutto le finestre dell'abitazione del ragazzino, nel quartier Zen.

Anche a Bari, decine di teppisti incuranti del divieto di scoppio di giochi pirici disposto dal sindaco hanno causato l'esplosione di grossi petardi e altri artifici in tutta la città. Anche in pieno centro, nelle strade che attraversano il 'salotto' di via Sparano e che sono affollate di passanti, i bombaroli hanno fatto scoppiare materiale esplodente di vario genere, allontanandosi per proseguire nelle bravate altrove prima dell'arrivo delle forze di polizia.

Leggi tutto