Lele Mora ha tentato il suicidio nel carcere di Opera

1' di lettura

La notizia riferita dal sindacato della polizia penitenziaria che parla di un possibile gesto dimostrativo. Il talent scout, che ha patteggiato 4 anni e 3 mesi per bancarotta, è in attesa della decisione del Riesame sulla richiesta di arresti domiciliari

Guarda anche:
Lele Mora patteggia per bancarotta fraudolenta
Lele Mora e la sua scuderia: la fotogallery
Lele Mora story: da parrucchiere a agente dei vip

Lele Mora ha tentato di suicidarsi nel carcere milanese di Opera dov'è attualmente detenuto. Lo riferisce in una nota il segretario generale della Uil Pa Penitenziari, Eugenio Sarno. Mora, riferisce il comunicato, ha tentato di soffocarsi con dei cerotti, regolarmente detenuti in cella, sul naso e la bocca. Tentativo sventato dagli agenti del penitenziario. “Siamo furibondi, nessuno dal carcere di ci ha avvisato e siamo venuti a sapere del tentato suicidio dalla stampa” ha denunciato Luca Giuliante, uno dei legali di Lele Mora.
L’ex agente dei vip è detenuto nel carcere di Opera dallo scorso 20 giugno e, nel frattempo, ha patteggiato quattro anni e tre mesi di carcere per la bancarotta fraudolenta di una delle sue società, la LM Management.

Uilpa Penitenziari: “Forse un gesto dimostrativo” - In una nota, il segretario Generale Uilpa Penitenziari Eugenio Sarno ritiene che "considerate le modalità più che ad un reale tentato suicidio è forse più appropriato riferirsi ad un gesto dimostrativo, che non è escluso possa essere stato messo in piedi per attirare l'attenzione sulla sua vicenda processuale. In ogni caso il clamoroso gesto è solo uno dei circa 1.000 tentati suicidi verificatisi in quest'anno nelle carceri italiane (di cui per circa 395 è legittimo parlare di vite salvate in extremis dalla polizia penitenziaria)".

La richiesta dei domiciliari - Nelle scorse settimana Mora ha chiesto al tribunale del riesame di Milano di poter uscire dal carcere e di continuare le detenzione agli arresti domiciliari, ma i giudici non si sono ancora pronunciati, anche se il loro provvedimento era atteso prima della fine dell'anno. Nei giorni scorsi i legali hanno saputo dalla cancelleria del tribunale che la decisione non arriverà prima del 4 gennaio. Già il tribunale del riesame e anche il gup avevano respinto in precedenza analoghe istanze di arresti domiciliari. I difensori denunciano da tempo che Mora è in condizioni critiche di salute, sia dal punto di sita psicologico che dal punto di vista fisico, anche perche è dimagrito di 30 chili. Il giudice, Elisabetta Meyer, nelle scorse settimane ha disposto una perizia medica che è tuttora in corso per accertare la compatibilità delle condizioni del talent scout con il carcere.

Leggi tutto