Maxi sequestro di botti illegali nel napoletano

Uno dei manifesti della campagna di sensibilizzazione promossa dal Comune di Napoli contro l'utilizzo dei fuochi d'artificio illegali
1' di lettura

Fabbrica clandestina di ordigni ai piedi del Vesuvio: confiscate 4 tonnellate di fuochi artigianali vietati. A San Giorgio a Cremano un uomo deteneva in casa 160 chili di fuochi proibiti. LE FOTO

Guarda anche:
Capodanno senza botti, anche Milano e Palermo si adeguano
Botti sequestrati: le immagini

Botti illegali, maxisequestri, due arresti e due minorenni denunciati. Questo il risultato delle operazioni della Guardia di Finanza di Napoli alla vigilia di Capodanno.

Sequestrate 4 tonnellate di botti, arrestato un 63enne - Alle falde del Vesuvio, in un casolare semidiroccato, la Gdf ha scoperto una fabbrica clandestina di ordigni proibiti e ha sequestrato circa 4.000 fuochi pirotecnici artigianali insieme a micce, spaghi, cartoncini, collanti e oltre 80 chili di polvere pirica. Il responsabile, un 63enne di Napoli, è stato arrestato per produzione abusiva di materiale esplodente e detenzione di armi clandestine; nella sua abitazione è stato infatti trovato un fucile a canna mozza privo del numero di matricola.

160 chili di fuochi in casa - Un arresto e due minorenni denunciati è invece il risultato di una perquisizione in una abitazione di San Giorgio a Cremano. I militari dell'Arma hanno fermato un uomo di 54 anni per detenzione illegale di materiale esplosivo. Nel corso dell'operazione, i carabinieri hanno sequestrato 245 ordigni esplosivi di costruzione artigianale, chiamati rendini, del peso complessivo di 10 chilogrammi e ben 150 chilogrammi di prodotti esplodenti di IV e V categoria, per
custodire i quali è prevista una specifica autorizzazione. Denunciati due complici dell'uomo: un giovane di 15 e uno di 16 anni. L'arrestato è in attesa di rito direttissimo.

Sequestri in tutto il napoletano - In una casa di Cicciano (Na) è stata scoperta una 'santa barbara' costituita da 16.099 fuochi proibiti non classificati e un deposito con altri 14.943 fuochi artigianali illegali. Ad Acerra e Volla, sempre in provincia di Napoli, sono stati sequestrati 28.776 fuochi di IV e V categoria illecitamente detenuti da due persone che sono state denunciate.

Ecco come prevenire incidenti la notte di San Silvestro

Leggi tutto