Scontro tra auto nel Cosentino. Muoiono 5 giovani

1' di lettura

Grave incidente sulla statale 107 nei pressi di San Giovanni in Fiore. Frontale tra due automobili. Tra le vittime anche un ragazza di quindici anni. Quattro i feriti

Guarda anche:
Incidenti stradali: l'appello dei famigliari delle vittime
L'emergenza stradale? Ogni anno causa migliaia di morti

Tragedia della strada nella notte tra il 24 e il 25 dicembre. Verso l'una e mezza, sulla statale 107 a San Giovanni in Fiore in provincia di Cosenza, cinque persone sono morte e tre sono rimaste ferite in un incidente. Le vittime sono tutte giovanissime, tra queste anche una ragazza di 15 anni. Secondo la ricostruzione, l'auto sulla quale viaggiavano i 5 giovani, dopo aver sbandato, si è scontrata con un'altra autovettura con a bordo marito, moglie e due figli, rimasti tutti feriti; le loro condizioni non destano preoccupazioni. L'incidente è stato forse causato dalle cattive condizioni del tempo.

Le vittime - Le vittime sono Robert Laurenzano, di 20 anni, il fratello Frank, di 22, Domenico Noce (20), Samuel Crivaro (21) e Emanuela Palmeri, di 15 anni. Erano tutti amici.
I fratelli Laurenzano erano nati in Francia, dove il padre era emigrato da giovane prima di tornare a San Giovanni in Fiore ed aprire un'attività di gommista dove lavoravano i figli. Robert era appassionato di motocross e disputava anche alcune gare. Insieme al fratello condivideva anche la passione per il rap.
Domenico Noce era impiegato in una piccola azienda, mentre Samuel Crivaro faceva il manovale. La ragazzina, invece, andava ancora a scuola.

La ricostruzione - Nella serata del 24 dicembre, dopo la cena in famiglia, i ragazzi hanno deciso di uscire per andare a trascorrere qualche ora in un locale di Cerenzia, un paese a pochi chilometri di distanza. Sono saliti sulla Volkswagen Lupo di Robert Laurenzano e sono partiti. Dopo pochi chilometri, però, su un viadotto che segue un curvone, l'auto è sbandata. Il motivo deve ancora essere accertato ma non è da escludere che un ruolo determinante l'abbia svolto l'asfalto reso viscido dalla pioggia che stava cadendo intensa sulla zona ed il freddo, che potrebbe avere gelato l'acqua. Dopo la sbandata la piccola utilitaria è andata a urtare contro il guardarail posizionato sulla corsia opposta ed è stata centrata da un suv Hyundai Santa Fe che sopraggiungeva. L'urto è stato inevitabile. Per estrarre i cadaveri dall'auto sono dovuti intervenire i vigili del fuoco di Crotone. Feriti gli occupanti del suv, marito, moglie e due figli minorenni. Le loro condizioni non destano preoccupazione.
La notizia del frontale si è subito sparsa in paese e sul luogo dell'incidente sono accorsi familiari, parenti ed amici delle vittime. Lo strazio ed il dolore hanno provocato anche qualche momento di tensione, quando gli agenti della polizia stradale hanno dovuto allontanare tutti per poter svolgere i rilievi. Il sindaco, Antonio Barile, in segno di lutto ha deciso di sospendere tutte le iniziative programmate dall'Amministrazione per le feste Natalizie sino al funerale, che non è stato ancora fissato. Ed anche la festa in piazza organizzata per l'ultimo dell'anno è in forse.

Leggi tutto