"Aiutatemi ad andare in pensione". La storia di una 57enne

1' di lettura

Vive a Bologna e ora è senza impiego. Le mancano ancora 6 anni di contributi e ai microfoni di SkyTG24 lancia l’appello: “Se qualcuno ha un lavoro da offrirmi, mi contatti”. IL RACCONTO

Guarda anche:
Camusso: "Il capitolo pensioni non è chiuso"
Casa, tasse, pensioni: ecco cosa prevede la manovra
La manovra è legge. Monti: "Fase due già iniziata"

"Se qualcuno ha un lavoro da offrirmi per gli anni che mi mancano per andare in pensione, mi contatti. Accetto qualsiasi tipo di impiego". Vive a Bologna, ha 57 anni e ai microfoni di SkyTG24 racconta l'impatto che le nuove norme introdotte dalla manovra Monti hanno avuto sulla sua vita.

"La mia azienda è fallita nel 2006 - racconta  - Fino al 2009, grazie ad agenzie interinali, sono riuscita a lavorare. Nel settembre 2009, però, è iniziata la crisi e l'azienda metalmeccanica presso la quale ero impiegata mi ha lasciata a casa. Per un anno ho usufruito della mobilità, poi nel giugno 2010 sono stata operata".
Da quel momento, date le sue condizioni di salute, è diventato ancora più difficile trovare una occupazione. Ha provato allora a chiedere il prepensionamento, ma non le è stato concesso perché, dice, "non sono malata di tumore". Per qualche mese ha lavorato di notte presso l'azienda Granarolo. Ma il contratto porta come data di fine rapporto domenica 25 dicembre 2011.

"Ho 57 anni - ripete - per andare in pensione devo aspettare di averne computi 63. Ma se non trovo un impiego come posso farcela?".

Leggi tutto