Pompei, cede il pilastro della Casa Loreio Tiburtino

Pompei, esterno della Casa Loreio Tiburtino
1' di lettura

Un altro crollo negli scavi più conosciuti al mondo. Il cedimento nella domus è stato forse causato dalla pioggia dei giorni scorsi in Campania

Guarda anche:
Pompei, le foto del muro romano crollato
Crollo a Pompei, si sbriciola un muro romano di 3 metri
Scavi di Pompei, crolla la domus dei gladiatori
Il cedimento della Domus del Moralista - Le immagini
Guarda le foto del primo crollo a Pompei

Nuovo allarme a Pompei, gli scavi archeologici (QUI LA MAPPA) più conosciuti al mondo e interessati negli ultimi anni da crolli e cedimenti di domus antiche (LE FOTO). Il 22 dicembre è infatti caduto uno dei pilastri del pergolato esterno della Casa di Loreio Tiburtino (Regio II, Insula II). La notizia è stata comunicata dalla soprintendente speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei, Teresa Elena Cinquantaquattro. Il fatto si è appreso a seguito di una verifica.

Casa Loreio Tiburtino - La casa, detta di Loreio Tiburtino, si trova in una zona centrale di Pompei, a ridosso della palestra grande e dell'anfiteatro, e si distingue, in particolare, proprio per il raffinato giardino  preziosamente decorato vari fregi di ispirazione omerica con le raffigurazioni della guerra di Troia. Spicca anche, per luminosità e dovizia di particolari la spedizione di Eracle contro Laomedonte.
Nel giardino anche una piscina di ampie dimensioni che voleva ricordare nelle forme un fiume, con ornamenti di ispirazione egizia, statue di ibis, leoni e della Sfinge, tanto che una prima interpretazione di questo luogo aveva fatto pensare a una piscina da utilizzare per sacri riti di purificazione da effettuare con riti 'importati' dall'antico Egitto. La facciata dell'abitazione presenta due cauponae, le osterie-ristoranti dell'epoca.
Ci sono ancora discordanze molto forti per quel che concerne la reale attribuzione della proprietà di questo monumento: di solito, si tende a credere che il nome di Loreius Tiburtinus sia erroneo e che piuttosto la casa fosse abitata da un altro personaggio, Decimo Ottavio Quartione, di cui è stato ritrovato il sigillo.

Leggi tutto