Pescara, si cerca il giovane scomparso. “Chi sa, parli”

1' di lettura

L’appello dei genitori di Roberto Straccia, il 24enne di Moresco (Fermo) studente all’università abruzzese scomparso il 14 dicembre. Gli amici: “Era uscito per andare a correre, non c’è stato nulla di strano”

"Roberto era un ragazzo senza grilli per la testa, aveva progetti positivi. Escludiamo l'allontanamento volontario e il suicidio". Ne sono convinti i genitori e gli amici di Roberto Straccia, il 24enne originario di Moresco (Fermo), studente all'università di Pescara, scomparso mercoledì 14 dicembre. Dopo più di 5 giorni del ragazzo non c’è ancora traccia. Le ricerche proseguono no stop e sono condotte anche da i sommozzatori dell'Arma dei Carabinieri appositamente giunti da Napoli, che stanno scandagliando il fiume Pescara, nell'area del Porto canale. "La nostra preoccupazione è stata immediata perché Roberto è un tipo preciso sugli impegni e se ritarda lo comunica per tempo" hanno sottolineato Mario e Rita Straccia, i genitori del giovane, che invitano chiunque sappia qualcosa a collaborare.

Il 14 dicembre Roberto Straccia è uscito di casa in abbigliamento sportivo per andare a correre. Era senza cellulare, alle 14.45 circa e da allora non si è saputo più nulla. Il giorno della scomparsa “non c'è stato nulla di strano” ribadiscono i suoi amici. “Siamo tornati dall'università, poi Roberto è andato a fare footing e al suo rientro avremmo dovuto fare la spesa per una cena con gli altri". Gli amici di Straccia hanno lanciato anche un appello alle forze dell'ordine in merito ad un cappello ritrovato nella zona della pineta del capoluogo adriatico, che potrebbe essere quello indossato dal 24enne: "Facciano subito l'esame del Dna così da verificare se sia il suo o meno". Da anni giocava a calcio nella Spes Valdaso. Il presidente dell’associazione Fabrizio Sanguigni lo descrive così a SkyTG24: “Un ragazzo tranquillissimo, mai fuori dalle righe”.

Per "continuare a sperare" e per far sì che l'attenzione sulla vicenda resti alta, il 19 dicembre ci sarà una fiaccolata che partirà dal porto turistico e percorrerà lo stesso tragitto che lo studente universitario avrebbe attraversato mercoledì durante la sua corsa sul lungomare della città, da sud verso nord.

Leggi tutto