Libero:"Togliete i libri alle donne". Sul web è protesta

1' di lettura

Il quotidiano diretto da Belpietro sottolinea il legame tra "scolarizzazione femminile e declino demografico": per avere più nascite bisognerebbe "chiudere qualche facoltà". E in Rete le risposte non si fanno attendere

"Togliete i libri alle donne e torneranno a far figli". Il titolo, tanto provocatorio da sembrare uno scherzo, campeggia su Libero sopra un articolo a firma di Camillo Langone, che illustra come gli studi recenti denuncino "lo stretto legame tra scolarizzazione femminile e declino demografico".  Di qui la conclusione paradossale: "Se vogliamo riaprire qualche reparto maternità chiudere bisognerà risolversi a chiudere qualche facoltà". 

Un intervento a gamba tesa, certamente provocatorio e destinato a suscitare polemiche, che infatti non sono mancate. A riprendere l’articolo di Libero il sito del Popolo viola che definisce il testo "l’ultimo delirio diffuso dal quotidiano di Belpietro" e ricorda che Libero "beneficia di milioni di euro di finanziamento pubblico”. E il dibattito in Rete non si fa attendere, tra chi critica con violenza il giornalista e  chi vede nell’articolo solo una provocazione studiata.  "Libero: ‘Togliete i libri alle donne e torneranno a far figli’. Togliete pure i libri ai figli e questi diventeranno giornalisti di Libero" ironizza su Twitter un utente dal nickname Vitellozzo. "Invece di togliere i libri alle donne: welfare giusto, sicurezza economica e parità di genere!" scrive sul social network anche kappa zeta che rimanda a un post del blogger Fabio Chiusi che risponde a Langone.
"E’ meglio che ce li togliete i libri e fate presto, potremmo usarli contro di voi...LETTERALMENTE....” scrive Paola G. su facebook, mentre Giulia M. scherza: "Non sapevo che i libri fossero degli anticoncezionali". Usa l'ironia, su Twitter, anche Framino: "I movimenti pro-life organizzeranno campagne contro l'accesso delle donne in biblioteca".

Tra gli utenti c’è anche chi difende Langone, come Luca che scrive sul sito del Popolo Viola: “Ma dai,leggete l’articolo!!!! non viene consigliato,viene fatto notare un dato statistico. L’ultima frase è esplicitamente ironica ed iperbolica…….".
Ma tra i sostenitori di Langone, si fatica a trovare donne.

Leggi tutto