"A Saponara c'è l'apocalisse". Parla il vicesindaco

1' di lettura

Giuseppe Merlino a SkyTG24 racconta la situazione del paese colpito dalla frana causata dall'alluvione: "Sono venute giù montagne che stavano lì da secoli. Siamo in ginocchio". GUARDA IL VIDEO

LE PREVISIONI DEL TEMPO

Guarda anche:

Foto: Il giorno dopo - Testimonianze da Facebook - Treno deraglia in Calabria - Le prime immagini

Articoli e servizi: Sul web ci si mobilita per gli alluvionati - Imposte ecologiche, solo l'1% contro il dissesto ambientale - Il ministro Clini: "Spostare attività e residenze"Parla Franco Gabrielli, responsabile della Protezione Civile - Il geologo: "Poteva andare peggio" - Basile: "Si è costruito dove non si doveva"

Speciali: Due anni fa l'alluvione a Messina - 2011: Alluvione in Liguria e Toscana

(in fondo all'articolo i servizi di SkyTG24)

"C'è l'apocalisse". E' lapidario Giuseppe Merlino, vicesindaco di Saponara, il comune in provincia di Messina colpito da una violenta ondata di maltempo che ha provocato una frana, costata la vita ad almeno tre persone. "Abbiamo una situazione drammatica - prosegue nella sua testimonianza Merlino - un territorio devastato. E' stato un pomeriggio infernale, è venuto già il diluvio universale. Siamo in ginocchio".

Riguardo alle procedure di emergenza e all'intervento dei soccorsi il vicesindaco spiega ceh "tutta ha funzionato, abbiamo chiuso le scuole". Ma, avverte, "contro la natura non si può andare, qui è venuto giù il finimondo.". Merlino poi mette le mani avanti, a voler scansare eventuali polemiche. "Non è colpa dell'abusivismo, di altro o di incendi. Sono venute giù montagne intere, che erano da secoli al loro posto".

Leggi tutto