Caso Alitalia, archiviata la posizione di Berlusconi

1' di lettura

L'ex premier era indagato per aggiotaggio e insider trading sulla vicenda della cordata che aveva acquistato la compagnia. Il leader del Pdl aveva auspicato che la società restasse di proprietà di imprenditori italiani

La magistratura romana ha archiviato il procedimento nel quale l'ex premier Silvio Berlusconi era indagato per aggiotaggio e insider trading sulla vicenda della cordata Alitalia.
Il fatto si riferisce alle dichiarazioni, rese nel 2008, quando era capo dell'opposizione, di auspicio che fosse una cordata italiana a salvare l'Alitalia.

A disporre l'archiviazione, su richiesta del procuratore aggiunto Nello Rossi e del sostituto Andrea Mosca, è stato il gip Stefano Meschini.
Il fascicolo, aperto a Lecce sulla base di una denuncia presentata da un azionista Alitalia, Francesco Toto, era stato inviato a Roma per competenza territoriale.
Nella denuncia si parlava, in sostanza, di un'interferenza di Berlusconi ai danni degli azionisti, che aveva determinato il ritiro di Air France dalla trattativa di acquisizione della compagnia.

Leggi tutto