La pioggia non dà tregua: allerta in Sicilia e Sardegna

1' di lettura

Allagamenti, frane e disagi: il maltempo colpisce le isole maggiori. Scuole chiuse nel messinese e in Gallura. Piove anche in Puglia: linea ferrovria interrotta per un’ora. La Procura di Catanzaro apre un’inchiesta dopo la vittima di lunedì. FOTO, VIDEO

Guarda anche:
LE PREVISIONI DEL TEMPO
Maltempo in Italia, l'album con tutte le foto

Sicilia e Sardegna in allerta, il resto del Sud con il fiato sospeso. Il maltempo sta sferzando le isole maggiori, provocando allagamenti, frane e disagi. Scuole chiuse nel messinese e in Gallura. Il mare forza 7 impedisce i collegamenti con le isole Eolie. Ed è ripreso a piovere a Catanzaro, dove nel pomeriggio di lunedì 21 novembre un nubifragio ha provocato il crollo di un muro e la morte di un uomo.
Il maltempo si sta spostando e ha raggiunto anche le altre regioni meridionali. Al Nord invece è il vento a creare qualche disagio in alcune regioni. A Genova problemi alla circolazione e voli dirottati su altre città a causa delle violenti raffiche di tramontana.

Allagamenti e piccole frane in Sicilia
- Tra le zone più colpite nella giornata di martedì la provincia di Messina: allagamenti e piccole frane si sono verificate infatti a Milazzo, Barcellona Pozzo di Gotto (dove il torrente Longano è esondato, facendo crollare un ponte) e Terme Vigliatore, e sono dovuti intervenire i vigili del fuoco e la protezione civile. Il sindaco di Messina, Giuseppe Buzzanca, ha disposto la chiusura di tutte le scuole della città, e lo stesso provvedimento è stato adottato dall'Università di Messina che ha sospeso le attività didattiche in tutte le strutture dell'Ateneo.
Le condizioni del mare hanno determinato la sospensione dei collegamenti marittimi con le isole Eolie; disagi a Milazzo, dove sono rimasti bloccati i tanti pendolari e i camion carichi di derrate alimentari. Stromboli, Ginostra, Panarea, Alicudi e Filicudi sono isolate da lunedì pomeriggio. Le condizioni meteo dovrebbero migliorare in serata.

Guarda la piena del torrente Longano a Barcellona Pozzo di Gotto





Esondazioni e scuole chiuse in Sardegna - Continuano intense le piogge anche sulla Sardegna meridionale, sulla costa orientale, nel nuorese e in Ogliastra. Il sindaco di Nuoro ha emesso una ordinanza per la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, così come ha fatto il sindaco di Cagliari per l'area di Pirri. Scuole chiuse anche in alcuni comuni della Gallura. Nel Campidano sono esondati alcuni piccoli fiumi e a Guspini e Villacidro sono state evacuate dalle loro case una decina di famiglie. Frane e smottamenti vengono segnalati dall'Anas nella zona del cagliaritano, ma sinora non vi sono stati danni alle persone.

Disagi sulle strade - Nella notte tra lunedì e martedì 22 novembre il maltempo ha provocato disagi alla circolazione sulla rete stradale dell'isola e, in particolare, sulla 131 Carlo Felice, che collega Cagliari con Sassari: è stata chiusa per oltre un'ora, in entrambe le direzioni, al km 30 nei pressi di Serrenti per allagamento, un canale d'acqua e detriti ha attraversato tutta la carreggiata. Il tratto è stato riaperto ma restano le code. Un altro tratto è stato chiuso, e poi riaperto, sulla statale 293 per Giba a causa di una frana al km 47 ad Acquacadda (in provincia di Cagliari). Chiusa per alcune ore anche la statale 196 a Villacidro, invece, un tratto è stato chiuso sempre per una frana (tra Gonnosfanadiga al km 37,7 e il ponte Di Aletzia al km 34), in entrambe le direzioni. Chiusa anche la statale 126 Sud Occidentale Sarda nel tratto compreso fra il km 89 e il km 107, in entrambe le direzioni, a causa di un allagamento nei pressi di Guspini.

Genova, voli dirottati per il forte vento
- Voli dirottati, alberi caduti, problemi alla viabilità sulle autostrade: il forte vento che ha interessato Genova ha creato diversi disagi e sono stati numerosi gli interventi dei vigili del fuoco. Le raffiche, circa 50 nodi di tramontana, hanno creato problemi alle operazioni in porto e costretto il teminal commerciale Vte di Voltri a fermare le attività. Due aerei che avrebbero dovuto atterrare al Cristoforo Colombo sono stati dirottati su altri scali (un volo da Napoli dirottato a Pisa, uno da Istanbul dirottato a Milano Malpensa). Molti gli interventi per alberi divelti. Disagi anche sulla rete autostradale. Il tratto Voltri e Masone della A26 è stato chiuso ai mezzi telonati e furgonati.

Piogge a Bari, interrotta e poi ripresa linea ferroviaria
- E’ ripresa la circolazione ferroviaria dopo essere stata sospesa, dalle 9.20 alle 10.20, tra Palagiano e Bellavista, sulla Bari - Taranto, per l'allagamento della sede ferroviaria dovuto alle forti piogge che stanno interessando la zona. Le squadre tecniche del Gruppo FS sono intervenute per ripristinare la piena efficienza della linea e le condizioni di sicurezza per il passaggio dei convogli. Coinvolti nello stop sei treni regionali che hanno registrato ritardi medi di un'ora e due della lunga percorrenza con ritardi di 50 minuti.

Catanzaro, aperta un'inchiesta sulla morte del 56enne
- La Procura della Repubblica del Tribunale di Catanzaro ha aperto un'inchiesta sul crollo di un muro, avvenuto lunedì a causa del maltempo a Catanzaro, che ha causato la morte di un carrozziere, Natale Zicchinella, 56 anni, rimasto schiacciato dalle macerie nella sua officina in località Campagnella, nel rione Sala del capoluogo. Il sostituto procuratore Paolo Petrolo procede formulando l'ipotesi di omicidio colposo. Al momento non ci sono indagati.

Leggi tutto