Smog: domenica a piedi a Roma e a Milano

1' di lettura

Nella Capitale, per la prima volta sotto Alemanno, stop alle auto dalle 8:30 alle 17:30; nel capoluogo lombardo e in 12 comuni dell’hinterland blocco del traffico dalle 10 alle 18. Iniziative green e mezzi pubblici potenziati per l'occasione. FOTO, VIDEO

Guarda anche:
Roma: riscopre la domenica a piedi. Foto
Milano a piedi, e Pisapia gioca a "ruba bandiera". Le foto
Smog, le città italiane non se la passano bene
Milano lo smog e i bimbi: "Papà, butta le chiavi dell'auto"

Domenica a piedi a Roma e a Milano . Stop alle auto e spazio alle passeggiate o biciclettate. A Roma il provvedimento si è reso necessario per contenere la risalita "degli agenti inquinanti" che per sei giorni consecutivi hanno superato i limiti fissati, a causa anche delle condizioni meteo favorevoli al ristagno, rendendo obbligatorio il blocco. A Milano i livelli delle polveri sottili hanno superato la soglia consentita già da domenica scorsa e il Comune ha deciso di vietare la circolazione dei veicoli e di imporre una "stretta" alle esenzioni.

Nella capitale ( FOTO ) per la prima volta dall'insediamento di Gianni Alemanno a sindaco, tornano dunque le domeniche a piedi. Saranno quattro: da novembre a marzo. L'ultimo blocco risale al 17 febbraio 2008. Lo stop alle auto nella fascia verde è scattato alle ore 8:30 e andrà avanti avanti fino alle 17:30. Alcuni mezzi però saranno esentati: Euro 5, i motocicli Euro 3, i mezzi alimentati a gpl, metano, a trazione elettrica e ibridi. Chi non ha il permesso rischia una multa di 155 euro. Per consentire ai cittadini di poter girare agevolmente nella fascia verde, tra le 9 e le 20, saranno potenziate 86 linee del trasporto pubblico locale. Tante le iniziative “green” promosse dal Campidoglio a favore della mobilità sostenibile e per una maggiore attenzione all'ambiente. Dalle attività ludiche sul tema inquinamento organizzate per i bambini da Legambiente in via dei Fori Imperiali alle visite e biciclettate in diverse zone del centro storico.

A Milano ( FOTO ) e in dodici comuni dell’hinterland le auto non hanno potuto circolare dalle 10 alle 18. Lo stop alla circolazione è stato accompagnato dalla possibilità di usare i mezzi pubblici con un biglietto ordinario singolo per tutto il giorno, estensione valida a Milano e nei Comuni dell'hinterland attraversati dalla metropolitana (ad eccezione del passante ferroviario). Il bikesharing inoltre è stato messo a disposizione gratuitamente.

Palazzo Marino ha avviato una 'stretta' sulle deroghe: non ha concesso infatti permessi speciali ai partecipanti al 35mo anniversario della Protezione civile, né a coloro che presenzieranno all'assemblea della Compagnia delle opere. Tante le iniziative che inaugurano la stagione delle 'domeniche a spasso': giornate di "festa, per godere di una città libera dalla morsa del traffico, con meno smog e all'insegna della mobilita' ecologica". Per la prima volta, all'iniziativa hanno aderito in vario modo anche diversi Comuni della cintura (Bresso, Cernusco sul naviglio, Cesano Boscone, Cinisello Balsamo, Cologno Monzese, Cormano, Corsico, Cusago, Locate di Triulzi, Novate Milanese, Pero, Pioltello, Rho, Rozzano, Sesto San Giovanni, Settimo Milanese e Vimodrone). Tra gli eventi in programma, molti sono rivolti ai bambini, essendo la giornata mondiale dell'infanzia (ingresso gratuito alle piscine e in molti musei, feste e giochi di strada per bambini).

Lo stop a Milano



Lo stop a Roma

Leggi tutto