Scontri a Roma, arrestato un altro ragazzo

1' di lettura

Ai domiciliari un 19enne che aveva tentato di assaltare una camionetta della polizia durante gli scontri a Roma dello scorso 15 ottobre. Gli inquirenti: "L'atteggiamento violento non è finito nemmeno dopo l'intervento degli agenti"

FOTO: L'album degli scontri a Roma

ULTIME NEWS: Parla il minore denunciato a piede libero - I ritratti dei black bloc - Maroni: "Serve il Daspo anche per i cortei" - Fermato il ragazzo dell'estintore - Sindacati di polizia: "Leggi speciali? No, servono risorse"

NO TAV: Una protesta lunga 22 anni - Le immagini di tutte le proteste - La Val di Susa è off limits

(in fondo all'articolo i video sulle manifestazioni del 15 ottobre)

Arresti domiciliari per un diciannovenne che aveva tentato di assaltare un mezzo idrante della polizia il 15 ottobre in piazza San Giovanni, durante gli scontri avvenuti in coda al corteo degli 'indignati'.
La misura restrittiva è stato ordinata dal gip Riccardo Amoroso.
Il ragazzo era stato fermato subito dopo i fatti dalla polizia, dopo essere stato protagonista ripetutamente del lancio di sampietrini contro le forze dell'ordine, nonché dopo aver preso parte ad un tentativo di assalto ad uno dei veicoli-idranti della polizia.

In quest'ultimo episodio, secondo gli inquirenti e come dimostrato anche dalla documentazione video-fotografica acquisita, il ragazzo ha anche tentato di aprire le porte del mezzo per indurre gli agenti ad uscire.
E l'atteggiamento violento non è finito nemmeno dopo l'intervento degli agenti del commissariato Trevi, che sono riusciti a bloccarlo.

A suo carico sono stati contestati i reati di resistenza pluriaggravata e devastazione e saccheggio. Proseguono intanto le indagini della Digos della Questura di Roma e dei Ros dei carabinieri per l'identificazione di altre persone coinvolte negli scontri avvenuti il 15 ottobre scorso.

Leggi tutto