Genova, l'ultimo saluto alle vittime dell'alluvione

1' di lettura

Nel giorno in cui la Protezione Civile decreta la fine dell'emergenza meteo, si sono svolti gli ultimi due funerali. La città cerca di tornare alla normalità e il presidente della Regione Burlando annuncia l'arrivo di fondi per la ricostruzione. IL VIDEO

La raccolta fondi di Sky e La Repubblica per gli alluvionati
Lo speciale sull'alluvione in Toscana e Liguria
Tutti gli aggiornamenti

LE FOTO: L'alluvione - Le immagini su Facebook - Le persone sorprese per strada - La città in ginocchio - Ciò che resta il giorno dopo - Gli sportivi su Twitter: "Siamo con voi" - Per le vie i relitti delle automobili

(In fondo all'articolo tutti i video sull'emergenza in Liguria e in Piemonte)

L'allerta maltempo a Genova è finita. Nel giorno in cui il capoluogo ligure ha dato l'ultimo saluto a due delle vittime dell'alluvione. Dalle otto di mattina del 9 novembre la Protezione Civile ha decretato terminata l'emergenza. Scuole riaperte (tranne nel quartiere più colpito), traffico ancora congestionato ma destinato alla normalità nel giro di 24 ore.

La fine dell'incubo alluvione è coincisa con gli ultimi due funerali delle vittime del nubifragio. Nella chiesa di Nostra Signora della Guardia la città ha celebrato la cerimonia per Serena Costa, la ragazza di 19 anni morta mentre accompagnava a casa il fratellino dopo la scuola. Nessuna autorità era presente, perché la famiglia ha chiesto una funzione in forma privata. I familiari hanno voluto lasciare fuori dalla chiesa le polemiche sull'opportunità o meno di chiudere le scuole. Qualche ora dopo si è svolto il funerale di Evelina Pietranera, l'edicolante cinquantenne sorpresa dalla piena del torrente Fereggiano.

Intanto arrivano in Liguria 288 milioni di euro a carico del Fas (Fondo aree sottoutilizzate) e di questi 20-30 milioni saranno utilizzati per interventi a favore delle aree colpite dal maltempo dei giorni scorsi. Lo ha riferito il governatore ligure Claudio Burlando. Le zone che hanno immediato bisogno di interventi sono Genova, le Cinque Terre e lo spezzino, "dove ci sono 250 km di strade da rifare", ha detto Burlando.

LE TESTIMONIANZE - La rabbia di chi ha perso tutto - "Ho visto tutto trascinato via" - "Il mio rientro nella città nel venerdì più nero" - "Così ho visto morire una bambina" - Il tam tam sul WebGli esperti: bisognava intervenire prima - Il sindaco Vincenzi: "Abbiamo fatto poco terrorismo"

GLI APPROFONDIMENTI - Così si muore a Genova - Un uomo trascinato per metri in balìa dell'acqua - I video amatoriali - Gli aggiornamenti in tempo reale - Salta la partita Genoa - Inter - Colpite le stesse zone dell'alluvione del 1970 - No al volontariato fai da te: i consigli - La mappa delle zone più colpite - Allerta in Piemonte: il Po fa paura

Leggi tutto