Novembre di scioperi: si fermano benzinai, scuola, treni

1' di lettura

Si comincia con la chiusura dei distributori dall'8 all'11. Dal 14 al 18 sarà la volta degli avvocati, il 15 dei professori universitari associati. Giovedì 17 in piazza insegnanti e studenti. Tra il 26 e il 27 stop delle ferrovie. VIDEO

Novembre di passione sul fronte degli scioperi: questo mese sono tante le proteste che attraverseranno il Paese, dallo stop di tre giorni dei benzinai a quello generale di Cobas e Cub. Ma si incroceranno le braccia anche nel settore scuola e nel trasporto ferroviario.  E dopo la lettera del Governo all'Ue, c'è attesa per l'incontro tra i leader di Cgil, Cisl e Uil che potrebbe portare a uno sciopero generale condiviso contro i provvedimenti annunciati sui licenziamenti.

I benzinai si fermeranno l'8, il 9, il 10 e l'11 novembre: sono i primi giorni dei 15 di sciopero annunciati da Fegica e Faib Confesercenti. Lo stop partirà dalle 19.30 di martedì 8 alle 7 dell'11. Nelle autostrade i distributori si fermeranno invece dalle 22 dell'8 alle 6 dell'11. Questa decisione, spiegano i sindacati, "fa seguito alla constatazione della più assoluta inerzia del Governo stesso, inadempiente rispetto agli impegni ripetutamente assunti nei confronti della Categoria, mettendo a rischio di fallimento circa 25.000 piccole imprese ed i 140.000 posti di lavoro degli addetti occupati". In particolare, il Coordinamento Nazionale Unitario di Faib e Fegica "contesta la mancata liberalizzazione del settore che impedisce letteralmente alle piccole imprese di gestione di competere sul libero mercato".

Il 14 novembre sarà la volta degli avvocati: partecipano allo sciopero che durerà fino al 18 gli aderenti a Unione Camere Penali Italiane. Il 15 novembre protestano i professori associati del ministero dell'Università e Ricerca aderenti al Cipur, sospendendo le lezioni. Il 17 novembre si prosegue con la scuola: si fermano per tutto il giorno i docenti e Ata a tempo determinato e indeterminato del ministero che aderiscono alla Sisa.

Ma sempre giovedì 17 protagonista sarà lo sciopero generale per l'intera giornata dei Cobas e della Confederazione unitaria di base. I Cobas manifesteranno in varie città insieme agli studenti 'in lotta'. Il 17 è infatti anche la giornata internazionale di mobilitazione degli studenti e in tutta Italia si svolgeranno manifestazioni di giovani di scuole e Università. Infine il 26 stop nel trasporto ferroviario: incroceranno le braccia dalle 21 di sabato fino alle 21 di domenica 27 i dipendenti del Gruppo Fs e Trenord aderenti all'Orsa. Era previsto per il 4 novembre uno sciopero nel trasporto pubblico locale proclamato da Ubs Lavoro Privato ma è stato revocato.

Leggi tutto