Alluvione, Beppe Grillo in Liguria: “Come è triste Vernazza”

1' di lettura

Il comico genovese ha visitato una delle zone più colpite dal nubifragio. “La spiaggia è scomparsa e una nuova, fatta di fango e detriti è nata improvvisamente” ha detto appena sbarcato. Intanto, il numero dei morti accertati sale a nove. IL VIDEO

ALLUVIONE 2011: vai allo speciale

Le previsioni meteo in Liguria per i prossimi giorni

LE NEWS:
Dalla rete nuovi filmati dell'alluvioneNei video su YouTube la lotta contro il fango - Le immagini dall'alto con l'elicottero - La cronaca di una giornata drammatica - Liguria, i video dell'alluvione in Rete - Un anno fa un'altra alluvione in Liguria - Così ho filmato l'alluvione: la testimonianza - Se l'aiuto arriva dal vicino

LE FOTO: Volontari al lavoro - Brugnato - Aulla - Monterosso - Prima e dopo l'alluvione: il confronto - I volti della disperazione - Le immagini dal web - La frana sulla A12 - Le polemiche su Twitter - Le mappe dell'alluvione - Vernazza nel fango - Alluvioni 2011: tutte le foto

(in fondo all'articolo il video di Beppe Grillo a Vernazza a tutti i video sull'alluvione)

"Ma quella era la spiaggia?". “No quello era il porto, c'era l'acqua...”. Anche Beppe Grillo è restato a bocca aperta, e si è commosso, sabato 29 ottobre, quando ha visto con i suoi occhi la devastazione di Vernazza, la perla delle Cinque Terre inghiottita dal fango martedì 25 ottobre. "Come è triste Vernazza" commenta il comico genovese dopo essere sbarcato da un battello dopo una traversata da Santa Margherita Ligure.
La devastazione è enorme ma dopo un giro per il paese e uno scambio di battute in genovese con il sindaco Vincenzo Resasco e alcuni residenti Grillo non ha dubbi: "Vernazza si rimetterà in piedi”. Anche con il suo aiuto. Perché il comico ha già un’idea che deve essere messa a fuoco. Ne parla con il sindaco Vincenzo Resasco e con un gruppo di residenti: "Ho bisogno di avere un progetto, che costi anche tanto, ben definito, con nome e cognome di chi lo fa, così possiamo intervenire". "Questa è una perla - aggiunge rivolto al sindaco - siete benvoluti perché ci tenete. Vernazza ce la farà”. Il sindaco lo abbraccia e gli si strozzano le parole in gola: "E’ un lavoro duro e difficile ma noi ci tireremo su".

I liguri hanno spiegato al comico quanto è accaduto: "Non pioveva da mesi, il terreno era pieno di crepe provocate dalla siccità e lì si è infilata tutta quell'acqua". "Dal mare non l'ho riconosciuta - ha detto Grillo - La spiaggia è scomparsa e una nuova, fatta di fango e detriti, è nata improvvisamente. Le macchine, risucchiate fuori dai parcheggi, hanno attraversato le strade della cittadina". Grillo non punta il dito contro i residenti. "A Vernazza non c'è stata la cementificazione selvaggia, come in gran parte della Liguria - ha detto - eppure le colline sono collassate come castelli di carte. La causa è stata la pioggia torrenziale. In poche ore è caduta la stessa quantità di un anno, scivolata come una lama nei terreni aridi per la siccità. L'abbandono del territorio ha fatto il resto. Può succedere ancora? Sicuramente. Il pianeta si sta surriscaldando grazie a una economia fuori controllo". Intorno a lui tutti si danno da fare, volontari e residenti: pale e secchi, idrovore e piccole ruspe si muovono senza sosta. I mille vernazzesi non molleranno mai. "Vernazza si sta già rimettendo in piedi".

Intanto, in Liguria, sale a nove il bilancio delle vittime accertate. E' stato recuperato in mare dai sommozzatori dei vigili del fuoco a Monterosso infatti il corpo del volontario scomparso Sandro Usai, 40 anni.

Beppe Grillo a Vernazza: IL VIDEO


Tutti i video sull'alluvione in Liguria e Toscana

Leggi tutto