Alluvione, trasporti bloccati in Liguria

1' di lettura

Treni bloccati fino a domenica 30 tra Genova e La Spezia. Chiusa anche parte della A12. Nello spezzino sono almeno una trentina le strade provinciali chiuse, con frazioni rimaste senza luce e senza telefono

ALLUVIONE 2011: vai allo speciale

Le previsioni meteo in Liguria per i prossimi giorni

LE NEWS:
Gli aggiornamenti da Liguria e Toscana - La cronaca di una giornata drammatica - Liguria, i video dell'alluvione in Rete - Un anno fa un'altra alluvione in Liguria - Così ho filmato l'alluvione: la testimonianza

LE FOTO: Il fango invade Brugnato - Le immagini dal web - La frana sulla A12 - Il tam-tam e le polemiche su Twitter - Le mappe dell'alluvione - Alluvioni 2011: tutte le foto

(In fondo all'articolo tutti i video sull'alluvione in Liguria)

Circolazione bloccata e centri isolati. L'alluvione che ha colpito la Liguria e la Toscana nord-occidentale, ha reso impraticabili anche molte vie di comunicazione, tagliando fuori interi paesi. I problemi riguardano sia il trasporto su rotaia che la rete di strade e autostrade. Difficoltà anche nelle comunicazioni, a causa del crollo dei ponti radio che ha provocato l'interruzione del funzionamento della telefonia fissa e mobile.

Treni
- Le ferrovie (guarda lo stato dei treni sul sito di Trenitalia) prevedono almeno 36 ore di lavoro per riattivare uno dei due binari della linea Genova-La Spezia, ma l'assessore regionale Enrico Vesco ha comunicato che la circolazione sulla tratta non riprenderà fino a domenica 30. Il passaggio dei treni, fra Levanto e Corniglia, riprenderà sul binario lato mare. Il fronte franoso si estende per circa 2 chilometri e ha raggiunto in alcuni punti anche 4 metri di altezza. Le squadre tecniche di Rete Ferroviaria Italiana sono già al lavoro per rimuovere la fanghiglia e il terreno franato. Le avverse condizioni operative tutt'ora in atto, con acqua che trasporta ancora a valle fanghi e detriti, sono state ipotizzate circa 36 ore di lavoro per poter rimettere in servizio un binario. I tempi sono legati anche al fatto che i mezzi meccanici possono raggiungere la zona della frana solo via ferrovia in quanto le strade di accesso non sono precorribili. La piena percorribilità della tratta tra Genova e La Spezia, comunque, non è prevista fino a venerdì.

Strade
- Resterà chiusa per la mattinata l'A12 tra Sestri Levante e La Spezia. Chiuse, nello spezzino, una trentina di strade provinciali, con diversi ponti caduti e frazioni ancora isolate, senza luce e senza telefono. E' crollato martedì sera anche il ponte della Colombiera, sul fiume Magra, che dovrà essere interamente ricostruito. Ancora isolato Brugnato con alcuni dispersi. Al momento sono un'ottantina i vigili del fuoco della provincia della Spezia al lavoro, ma sono giunte altre 11 squadre provenienti da varie regioni italiane. L'assessore alle Infrastrutture della regione Liguria Raffaella Paita, ha spiegato che "la situazione su strade e autostrade del levante ligure è molto preoccupante. Autostrade per l'Italia e Salt ci notificano che tutte le direttrici tra Genova e La Spezia sono impercorribili a causa dell'esondazione del fiume Vara". L'assessore ha aggiunto che "anche sul versante della vallata del Magra il livello dell'acqua sta raggiungendo quello della carreggiata autostradale e si sta valutando la chiusura dell'interconnessione per la Cisa. I tempi per il ripristino non si preannunciano per nulla brevi".

Leggi tutto