Maroni: "Grazie a forze dell'ordine non c'è stato il morto"

1' di lettura

Il ministro dell'Interno riferirà martedì 18 ottobre in Senato su quanto accaduto a Roma. "Fatti di inaudita gravità, il Paese non può dividersi". VIDEO

CRONACA DELLA GUERRIGLIA

Guarda anche:

FOTO: La manifestazione pacifica - Gli scontri - L'assalto alla camionetta: fotosequenza In fiamme uffici in via Labicana - Le proteste nel mondo I commenti su Twitter - Gli scontri sui siti stranieri - I volti dei black bloc - L'album

VIDEO: Incendiato un blindato dei carabinieri - Assaltato un mezzo della polizia - Assange tra gli indignati a Londra - Indignados in tutto il mondo: la scheda - I black bloc attaccano i manifestanti

COMMENTI - Napolitano: "Inammissibili violenze" - Alemanno: "Il peggio di tutta Europa" - Draghi: Gli indignati hanno ragione. Peccato per gli scontri - Gli indignados: "Lontani dalla violenza"

(in fondo all'articolo i video sulle manifestazioni del 15 ottobre)

"Attenzione: il Paese non può dividersi": l'appello è arrivato dal ministro dell'Interno Roberto Maroni, secondo cui quanto accaduto "è un fatto di inaudita gravità che va condannato da tutti senza esitazioni", ha aggiunto Maroni sui fatti avvenuti il 15 ottobre a Roma (guarda la gallery).
"Ringrazio ancora una volta le forze dell'ordine, il prefetto, il questore perché solo grazie a una gestione equilibrata dell'ordine pubblico si è evitato che ci scappasse il morto". 

Il ministro leghista ha spiegato di aver chiesto "che vengano visionate attentamente le immagini" relative a quanto avvenuto nelle strade della capitale (guarda la gallery). "Martedì riferirò in Senato, illustrando le iniziative che intendo assumere per evitare che quello che è accaduto possa ripetersi".

Leggi tutto