Indignati: i violenti mettono Roma a ferro e fuoco

1' di lettura

Gruppi di black bloc guastano la manifestazione pacifica nella Capitale: guerriglia e cariche della polizia in piazza San Giovanni, in fiamme una camionetta dei carabinieri. Saccheggiati negozi, auto in fiamme, decine i feriti. FOTO E VIDEO

Guarda anche:
FOTO : La manifestazione pacifica - Gli scontri - L'assalto alla camionetta: fotosequenza In fiamme uffici in via Labicana - Le proteste nel mondo I commenti su Twitter - Gli scontri sui siti stranieri

VIDEO : Incendiato un blindato dei carabinieri - Assaltato un mezzo della polizia - Assange tra gli indignati a Londra - Indignados in tutto il mondo: la scheda - I black bloc attaccano i manifestanti

COMMENTI - Napolitano: "Inammissibili violenze" - Alemanno: "Il peggio di tutta Europa" - Draghi: Gli indignati hanno ragione. Peccato per gli scontri - Gli indignados: "Lontani dalla violenza"

( in fondo all'articolo i video sulle manifestazioni del 15 ottobre )

Nel giorno della mobilitazione internazionale che si è volta pacificamente in moltissimi  Paesi ( guarda le foto ), anche a Roma decine di migliaia di "indignados" italiane hanno deciso di manifestare per le strade della Capitale.
Alcune centinaia di black bloc hanno però messo a ferro e fuoco la città, dopo che tanti manifestanti hanno cercato di fermarli ( il video ).
"La situazione è sotto controllo" aveva detto nella mattinata del 15 ottobre ai microfoni di SkyTG24 il prefetto di Roma, Giuseppe Pecoraro ( guarda il video ) , ma nel pomeriggio la situazione è evidentemente peggiorata, in un'escalation di violenza ( guarda il video con la ricostruzione della giornata ) con assalti ai blindati delle forze dell'ordine ( foto - video ) e incendi in diverse zone della città . Una ventina, i fermi e gli arresti.

Ecco il resoconto della giornata:

20:35 - Settanta feriti, tre gravi
- Sale a 70 il bilancio delle persone ferite nel corso degli scontri. Venticinque persone sono state medicate nell'ospedale da campo montato dall'Ares 118 nei pressi di San Giovanni, gli altri 45 sono stati trasportati nei vicini 'pronto soccorso'. Tre di loro sono gravi.

20:00 - Dispersi anche a Piazza Vittorio i black bloc
- I mezzi blindati dei carabinieri hanno spinto lontano  i cassonetti dati alle fiamme da un gruppo di black bloc che, nel frattempo, si sono dileguati in mille rivoli nei vicoli del quartiere Esquilino. Tutta la zona è presidiata dalle forze dell'ordine: guardia di finanza e carabinieri sono schierati su piazza Vittorio, carabinieri e polizia su piazza di Santa Maria Maggiore, ancora polizia su via Merulana. A quanto si apprende la situazione è tranquilla anche alla stazione Termini.

19:40 -  Barricate in piazza Vittorio -
Un gruppo di violenti si è spostato in piazza Vittorio e ha allestito barricate improvvisate con cassonetti cui è stato dato fuoco. Dopo l'azione i manifestanti si sono dileguati nei vicoli del quartiere Esquilino. A presidiare la piazza due mezzi dei carabinieri con i militari schierati in assetto antisommossa. Sempre all'Esquilino incendi di cassonetti in via Machiavelli e in via Buonarroti, strade che danno sulla piazza .

19:29 - Dispersi i black bloc
- I teppisti con le ultime cariche della polizia si sono dispersi nelle vie limitrofe a via Merulana. Ritirandosi hanno incendiato cassonetti e compiuto gesti di vandalismo. I manifestanti stanno lasciando una Roma devastata e stanno raggiungendo i pullman e la stazione Termini.

19:15 - Indignati si trasferiscono a Piramide
- Si stanno dirigendo verso la Piramide Cestia le migliaia di indignati sfuggite agli scontri di  piazza S.Giovanni. Il tam tam è cominciato sul web, soprattuto via Twitter. "Molta gente è stata dispersa dalle cariche indiscriminate, che non hanno distinto tra violenti e le centinaia di migliaia di dimostranti pacifici - dicono al Comitato 15 ottobre- abbiamo deciso  di continuare la nostra manifestazione all'Ostiense".

18:56 - Barricate in via Merulana - Dopo aver lasciato Piazza San Giovanni i black bloc stanno costruendo barricate al centro di via Merulana all'incrocio con viale Manzoni. I lacrimogeni che le forze dell'ordine lanciano vengono restituiti con fionde e mani. Un ponteggio è andato a fuoco.

18:45 - I black bloc in via Labicana - I Black bloc ora si trovano su via Labicana. Per fermare le cariche delle forze dell'ordine hanno dato alle fiamme diverse auto, soprattutto in via Boiardo - una stradina che collega via Labicana a piazza San Giovanni - dove il fumo che si sprigiona da un incendio rende impossibile percorrere l'arteria. Barricate improvvisate, con cassonetti ribaltati, anche in via Merulana.

18:40 - Spento l'incendio del blindato - E' stato spento l'incendio appiccato a un blindato dei carabinieri in piazza San Giovanni. All'arrivo dei Vigili del fuoco alcuni manifestanti hanno intonato: "Rispettiamo solo i pompieri".

18: 33
- Black bloc fuori dalla piazza - Una nuova carica della polizia ha spinto i manifestanti fuori da piazza San Giovanni, all'altezza di via Merulana. Fuori dalla piazza gli scontri continuano.

18:30 - Almeno 20 feriti negli scontri -
Sono una ventina i manifestanti soccorsi dalle ambulanze del 118 a seguito degli scontri in corso a Roma. I feriti sono stati trasportati dalle ambulanze negli ospedali Umberto I e San Giovanni. Secondo quanto si è appreso, si tratta di codici di media e bassa entità. Unica eccezione il ragazzo che ha perso alcune dita della mano. Nella maggioranza dei casi si tratta di contusioni, escoriazioni e ferite lacero-contuse. Le ambulanze del 118 hanno avuto difficoltà a soccorrere i feriti a cuasa dei blocchi stradali e dei tafferugli.

18:26 - Rinforzi in piazza San Giovanni
- Altri contingenti delle forze dell'ordine sono arrivati a Piazza San Giovanni in supporto a quelli presenti nella piazza. Il lancio di lacrimogeni ormai è fitto ed i teppisti rispondono con pietre e bottiglie. La loro violenza sembra inesauribile: tra loro urlano quasi per darsi la carica soprattutto durante i blitz. Continuano a costruire barricate e ora ne hanno eretta una a via Merulana .

18:15 - A fuoco una camionetta dei carabineri -
I blindati delle forze dell'ordine sono stati assaltati dai teppisti durante la carica in piazza San Giovanni ( la fotosequenza ). Un mezzo dei carabinieri è stato aperto, ed è in fiamme: i militari sono riusciti a mettersi in salvo ( guarda il video ). Alcun mezzi sono stati bloccati e circondati e fatti oggetto di lanci di pietre, spranghe e sassi .

18:10 - Atti vandalici in via Appia Nuova
- Atti vandalici lungo via Appia Nuova. Un gruppo di black bloc, che si sono allontanati da piazza San Giovanni per arrivare fino a piazza Re di Roma, hanno divelto e dato alle fiamme cassonetti dell'immondizia e distrutto alcuni negozi. Lungo tutta via Appia, da piazzale Appio fino a piazza Re di Roma, le saracinesche dei negozi sono tutte abbassate. Distrutti le vetrine e gli sportelli bancomat della Banca Bnl lungo via Appia, all'altezza di piazza Sulmona .

17:55 - E' militante di Sel manifestante che ha perso 2 dita -
Secondo Massimo Cervellini, coordinatore romano di Sinistra Ecologia e Libertà, il manifestante che ha perso due dita a causa di un petardo è un militante di Sel "aggredito da un gruppo di incappucciati", mentre stava sfilando "pacificamente in via Cavour e protestava contro i violenti".

17:40 - Bottiglia incendiaria contro la polizia
- La violenza dei teppisti continua a Roma. La polizia non riesce ad avanzare. I blindati vengono assaltati: una bottiglia incendiaria è stata lanciata contro un idrante. Ormai in piazza San Giovanni sono scontri, atti di teppismo e cariche. Molti manifestanti se sono andati via e i pochi rimasti si sono arroccati sotto la basilica in preda al panico.

17:30 Ferito alla testa un manifestante
- Sempre in piazza San Giovanni un manifestante, un ragazzo di circa 20 anni, è stato ferito alla testa. Il ragazzo giace a terra e perde sangue dalla fronte.

17:25 - Assaltato mezzo della polizia
- Un mezzo delle forze dell'ordine che aveva forzato le barricate è stato assaltato dai teppisti ( guarda il video ). Il mezzo è stato preso a calci e colpito con mazze, e poi è riuscito ad andare via. Gli idranti sono ancora in azione contro i violenti.

17:23 - A fuoco uffici in via Labicana
- Due piani di uffici in via Labicana sono assaltati dai violenti ed è anche crollato il tetto dell'edificio. Il ministero della Difesa ha poi precisato che i locali sono quelli della sezione di casermaggio di un Centro Rifornimento di Commissariato sito in via Labicana e non sono uffici del ministero della Difesa.

17:19 - Ferito un poliziotto - Un agente è rimasto ferito nel corso degli scontri a Piazza San Giovanni a Roma. Il poliziotto, con una grave frattura alla gamba, è stato soccorso e trasportato in ospedale dal personale del 118. 

17:07 - Continua l'assedio in piazza San Giovanni - Continuano gli scontri tra polizia e circa 200 manifestanti violenti in piazza San Giovanni.I teppisti si trovano dalla parte di via Emanuele Filiberto dietro barricate di fuoco, poi distrutte dai blindati degli agenti, mentre i manifestanti pacifici si trovano verso la basilica e sotto la statua di San Francesco ( guarda il video di un blidato in piazza ).

16:57 Manifestante perde dita
- Lo scoppio di un petardo ha ferito a una mano un giovane in piazza San Giovanni. Il manifestante, secondo testimoni, ha perso un dito ed è stato immediatamente trasportato al presidio più vicino del 118.

16:52 - Idranti in via Merulana - Anche in via Merulana, per arginare l'attacco dei black bloc, la polizia ha dovuto far ricorso anche agli idranti. Si tratta di una misura estrema, sommata a cariche e lacrimogeni, resa indispensabile - spiegano gli operatori - dalla "straordinaria violenza" dei teppisti in nero.

16:45 - Manifestanti gridano: "No violenza" -
Circa 200 manifestanti del corteo degli Indignati a Roma si sono arroccati sotto la statua di San Francesco e urlano 'no violenza' all'indirizzo dei teppisti. Continuano le cariche e l'uso degli idranti contro le frange violente. In molti applaudono quando i violenti vengono fermati con idranti.

16:40 - Lacrimogeni e idranti in Piazza San Giovanni
- Lacrimogeni e idranti della polizia in azione a piazza San Giovanni a Roma, dove le famiglie che hanno manifestato pacificamente al corteo degli indignados si stanno allontanando dalla zona, spaventate dai lanci di bottiglie, bombe carta e altri oggetti da parte dei black bloc contro la polizia, che da parte sua sta caricando per disperdere i violenti.

Guarda il video delle cariche della polizia in piazza San Giovanni



16:30 - Cariche della polizia - Decine di giovani black bloc stanno sradicando pali dall'asfalto e li usano come ariete per sfondare le vetrine dei negozi di via Emanuele Filiberto, mentre la polizia ha caricato i manifestanti in viale Manzoni.

16:25 - Cassonetti in fiamme - Barricate in viale Manzoni nel corso della manifestazione degli Indignati. Alcuni cassonetti sono stati dati alle fiamme dai teppisti. Molti i manifestanti che scappano dopo essere stati minacciati dal blocco dei violenti.

16:07 - Assaltato il ministero della Difesa - Atti teppismo anche in via Labicana. Un gruppo di manifestanti ha sfondato le vetrine ed è entrato in una sede dell'agenzia di lavoro interinale Manpower a via Labicana, nei pressi del Colosseo. Altri manifestanti, incappucciati, sono entrati nella sede del ministero della Difesa lanciando bombe carta negli uffici .

15:20 - "Occupati" i Fori imperiali - Occupati simbolicamente i Fori all'altezza della Basilica di Massenzio: alcuni manifestazione hanno scavalcato la recinzione e sono entrati dentro. Per motivi di sicurezza i Fori, assieme ad altre aree archeologiche, sono off limits per i manifestanti.

14:50 - Aggredite due troupe di SkyTG24 -
Aggredite anche due troupe di SkyTG24.Un gruppo di violenti ha assaltato gli operatori  distruggendo le videocamere.

14:40 - Negozi saccheggiati e auto in fiamme
- Le prime tensioni si sono registrate, in fondo al corteo, quando un gruppo di manifestanti incappucciati, armati di bastoni e mazzette da muratore, ha fatto irruzione in un piccolo supermercato di via Cavour. Per aprire le porte del negozio hanno usato un palo di legno come ariete per poi entrare e saccheggiarlo. Ne sono usciti con bottiglie di alcolici e cibo. Quindi hanno ripreso la loro marcia violenta spaccando vetri e parabrezza di molte delle auto parcheggiate lungo la via. Un'altra macchina è stata data alle fiamme. Una parte dei manifestanti ha tentato di bloccare il gruppo di violenti autori degli atti di teppismo: i manifestanti hanno lanciato bottiglie contro il gruppetto 'in nero' che però non ha desistito. Un uomo è stato ferito da una bottiglia .

Tensione in via Cavour: il video




13:55 - Corteo partito in anticipo - La partenza del corteo era stata pacifica e festosa. "Siamo partiti in anticipo perché eravamo troppi e la piazza non ci conteneva" hanno spiegato alcuni manifestanti alla testa del corteo. "Noi la crisi non la paghiamo", gridano, mentre il resto della manifestazione e scandita dal ritmo dei tamburi e dalle danze. "Indignato per questo mondo speculato" recita uno dei tanti cartelli esposti nel corso del corteo. "Avete rubato anche i nostri sogni, siamo qui per riprenderceli", si legge in un altro.

Quattro arresti a Roma - Arrestati a Roma prima della mobilitazione 4 anarco-insurrezionalisti. All'interno dell'auto sulla quale viaggiavano i carabinieri hanno trovato zaini con caschi da motociclista, maschere  antigas, mefisti, parastinchi, mazzette da muratore, piede di porco, 500 biglie di vetro e una fionda professionale di grosse dimensioni e bottiglie di vetro.

Leggi tutto