Il fondatore di Wikipedia: in Italia protesta estrema

1' di lettura

Così Jimmy Wales definisce la decisione di oscurare la versione italiana dell'enciclopedia partecipativa online contro il ddl intercettazioni. E sulla libertà di informazione nel nostro Paese avverte: "Bisogna vigilare". VIDEO

Leggi anche:
Ddl intercettazioni: Wikipedia "si oscura" per protesta

"La comunità italiana di Wikipedia si è riunita per discutere della legge sulle intercettazioni e ha concluso che avrebbe avuto un impatto molto severo sulla libertà e neutralità di Wikipedia, per questo è stata in scena una protesta drammatica". Così Jimmy Wales, ai microfoni di SkyTG24, racconta la decisione di oscurare, il 4 ottobre,  la versione italiana Wikipedia per protesta controil ddl intercettazioni. Wales si dice anche sostenitore delle proteste degli indignados che in tutto il mondo si sono organizzate grazie alla Rete: "Penso che la gente faccia bene a protestare quando le banche e le istituzioni finanziarie riversano l’onere da pagare sulla gente e si regalano bonus altissimi per se stessi".
Il fondatore di Wikipedia, a Bologna per il meeting annuale dei giovani imprenditori di Cna, nel suo intervento al convegno ha invitato il pubblico a stare in guardia e vigilare contro il rischio di un abbassamento del livello di libertà di informazione. "Anche in Italia - ha detto il padre dell’enciclopedia partecipativa online – c’è un certo livello di libertà di pensiero e di informazione ma la situazione non è perfetta, quindi, la gente comune deve stare in guardia e vigilare".

Leggi tutto