Dal governo 240 milioni per le scuole non statali

1' di lettura

La somma è prevista dalla legge di stabilità per il 2012. Stanziati anche 20 milioni per le università private legalmente riconosciute. Intanto, novità in vista per gli studenti di terza media: l'esame potrebbe diventare più facile

Guarda anche:
Lo speciale Scuola e università di Sky.it

Nuovi stanziamenti arrivano dal governo per le scuole non statali. La legge di stabilità, anticipata dall'Ansa, prevede infatti "la spesa di 242 milioni di euro per l'anno 2012" per le scuole private. Oltre ai fondi per le scuole non statali, ci sarà "il rifinanziamento per l'anno 2012 degli interventi di sostegno alle università non statali legalmente riconosciute, autorizzando la spesa di 20 milioni di euro per l'anno 2012".

Intanto novità in vista per gli studenti di terza media. L'esame finale, infatti, potrebbe diventare più facile, già a partire da quest’anno. Secondo quanto racconta la Repubblica, il ministro dell’Istruzione, Maria Stella Gelmini, avrebbe dato mandato ai suoi tecnici di “alleggerire” la prova, eliminando gli scritti di matematica e inglese, che dovrebbero essere assorbiti dai test Invalsi. Il tema di Italiano resterebbe così l’unica prova scritta ad affiancare i test. Questo perché l’esame di terza media, regolamentato da una legge del 1991, si è caricato col tempo di nuove prove, diventando sempre più difficile.

Leggi tutto