Il papà di Raffaele Sollecito: "La Corte sembra equilibrata"

1' di lettura

A margine del processo di appello in cui è imputato il figlio per l'omicidio di Meredith Kercher, il padre di Sollecito si dice ottimista e a SkyTG24 racconta: "L'ultima volta che l'ho visto ci siamo abbracciati e gli ho detto di stare tranquillo". VIDEO

Guarda anche:
La sorella di Amanda: presto torneremo a casa
Il papà di Raffaele: "La Corte sembra equilibrata"
I legali: "La Knox massacrata dai media"
Sollecito e Knox: la sentenza di primo grado

C'è ottimismo nelle parole di Francesco Sollecito (guarda il video). Il padre di Raffaele ai microfoni di SkyTG24 dice: "Questo processo di secondo grado mi è sembrato giusto ed equilibrato, sono rimasto ben impressionato dalla Corte". Ha poi aggiunto che nell'ultimo incontro in carcere ha abbracciato il figlio per tranquillizzarlo.

Le sensazioni positive del papà di Raffaele fanno seguito a quelle della sorella di Amanda, che qualche giorno fa a SkyTG24 ha detto: "La riporteremo a casa nel giro di una settimana". La sentenza d'appello è attesa per lunedì 3 ottobre. L'accusa ha chiesto l'ergastolo per entrambi gli imputati, condannati in primo grado a 26 e 25 anni di reclusione. Le difese, invece, continuano a proclamare l'innocenza dei due ragazzi e vogliono l'assoluzione.

Nelle valutazioni dei legali emerge anche come l'immagine della Knox data dai media sarebbe sbilanciata e falsa. Giulia Bongiorno, legale di Sollecito, ha detto: "Amanda è stata trasformata in una Venere in pelliccia. E Raffaele è diventato il debole che ha fatto quello che la femme fatale gli ha ordinato".

Leggi tutto