Milano, ragazzi colpiti col cric: arrestato l'aggressore

1' di lettura

La Polizia ha fermato un uomo accusato di essere l'automobilista che ha inseguito e massacrato due giovani lasciandoli in gravi condizioni. Si tratta di un pregiudicato. E’ stato riconosciuto grazie a filmati e identificato da una delle vittime

Due giorni di indagini e il cerchio si è chiuso. L'uomo che nella notte tra domenica 25 e lunedì 26 avrebbe aggredito due giovani a colpi di cric è stato arrestato dalla polizia. Si tratta di un pregiudicato cinquantacinquenne di Cameri (Novara). Tracce ematiche fuori e dentro dalla sua auto e i filmati delle telecamere a circuito chiuso vicine alla zona del pestaggio sono state sufficienti a condurre gli inquirenti a lui. Non ha opposto resistenza ed è stato riconosciuto con certezza da una delle vittime.

Nelle ultime ore aveva fatto una carta d'identità nuova e si era tagliato i baffi, elementi che hanno convinto gli investigatori a trattenerlo per un pericolo di fuga. Non è stata trovata l'arma del crimine ma allo stato attuale le prove sono schiaccianti e su di lui pende un'accusa di tentato duplice omicidio.

La lite, nata per un sorpasso azzardato, era degenerata in un inseguimento. L'aggressore aveva raggiunto i due ragazzi e li aveva colpiti con una spranga o un cric. I giovani, intanto, sono stati operati e stanno meglio. Uno dei due aveva un'emorragia cerebrale mentre l'amico ha riportato lo sfondamento della base cranica.

Leggi tutto