Allarme rientrato per la caduta del satellite Nasa

1' di lettura

La Protezione civile: è ormai certo che in Italia non sia precipitato alcun frammento. Per la Nasa è il Canada la zona più probabile dell'impatto, ma non si hanno ancora conferme ufficiali

Pericolo scampato per l'Italia: con una nota della Protezione civile, gli studiosi hanno escluso la possibilità che uno o più frammenti del satellite UARS della Nasa siano caduti sul territorio italiano.

Nei giorni scorsi la stessa Protezione civile aveva reso noto che vi potesse essere una possibilità (a dire il vero, assai remota) che alcuni frammenti del satellite potessero cadere nel Nord Italia (guarda le foto).
Possibilità che, nel corso della giornata di venerdì 23 settembre, si erano ridotte al minimo.

Secondo la Nasa è il Canada la zona più probabile sulla quale potrebbe essere avvenuto il rientro nell'atmosfera del satellite americano Uars. L'ente spaziale americano precisa poi di essere ancora in attesa della conferma ufficiale dell'impatto.

Leggi tutto