Il sindaco di Lampedusa: "L'isola verrà liberata"

1' di lettura

Dopo gli scontri tra agenti e immigrati, il primo cittadino De Rubeis a SkyTG24 annuncia l'allestimento di numerosi voli per sgomberare l'isola. Poi chiede scusa a Napolitano per lo sfogo di mercoledì 21 settembre: "Mi sono sentito solo". VIDEO

Guarda anche:
Le foto degli scontri
Lampedusa: scontri ta polizia e tunisini. Video
Lampedusa, in fiamme il centro di accoglienza
Lo speciale Mediterraneo di Sky.it

(in fondo all'articolo tutti i video sull'emergenza immigrazione)

"L'isola verrà liberata. Ho parlato con il ministro dell'Interno Maroni che mi ha manifestato la vicinanza del governo e mi ha assicurato undici voli, già schedulati, alcuni dei quali già eseguiti".
Il giorno dopo l'ultima rivolta al Centro di accoglienza di Lampedusa (con scontri tra agenti e immigrati), il sindaco dell'isola Bernardino De Rubeis si dice ottimista sulla situazione.

"Ho chiesto scusa al presidente: è un atto dovuto. Ieri, per la grande esasperazione il sindaco per poche ore si è sentito da solo nel tragico destino della giornata, e ha alzato il tono", ha detto poi De Rubeis, parlando in terza persona, a commento delle dure parole rivolte poche ore prima al capo dello Stato.

Leggi tutto