Frosinone: forse un errore umano all'origine dell'incidente

1' di lettura

Sei persone sono morte nell'esplosione di una fabbrica di fuochi d'artificio nell'area di Carnello ad Arpino. Una miscela delle polveri sbagliata potrebbe aver causato la tragedia. VIDEO

Sopralluogo dei funzionari dei vigili del fuoco e dei carabinieri nell'area di Carnello ad Arpino, dove martedì pomeriggio un'esplosione ha distrutto la fabbrica di fuochi d'artificio Cancelli provocando la morte di sei persone. La violenta deflagrazione, avvenuta intorno alle 15, ha ucciso il titolare, due suoi figli e tre operai. La ditta dei Cancelli era stata già al centro di un terribile incidente nel '94, quando sei persone sono morte nello stabilimento della famiglia all'Aquila.

I  carabinieri del comando provinciale di Frosinone e del Noe di Roma lavorano senza sosta per ricostruire la dinamica dell’ incidente e capire le cause che hanno determinato la forte esplosione. Una delle ipotesi è quella di un errore nella miscelazione delle polveri. La ditta Cancelli era ritenuta scrupolosa e attenta al rispetto delle norme di sicurezza.
"Per la nostra comunità – ha detto il vicesindaco Pierpaolo Gradogna - è una tragedia enorme. Erano persone umili e perbene. La famiglia Cancelli è distrutta ed è un grande dolore per tutti noi".

Tutti i video sull'incidente ad Arpino

Leggi tutto