Milano, ancora polemica sulle "scuole ghetto"

1' di lettura

Il ministero conferma: nessuna nuova prima classe alle elementari di Paravia, gli studenti sono quasi tutti stranieri. La proposta del vicesindaco Guida: "Un anno di transizione"

Scuola e università: vai allo speciale

(in fondo all'articolo tutti i video sullo speciale scuola)

Continua la polemica per la scuola elementare Paravia di Milano, dove, alla vigilia dell'apertura dell'anno scolastico, è arrivata la conferma che non ci sarà alcuna prima classe: troppo pochi gli studenti iscritti, ha fatto sapere il Ministero dell' Istruzione, e soprattutto solo stranieri. Una decisione motivata dal tetto del 30% di studenti non italiani fissato da un decreto proprio della Gelmini.

Mentre il ministro fa sapere che "gli alunni sono già stati sistemati in altri plessi a 500 metri di distanza", la vicesindaco di Milano Maria Grazia Guida, di centrosinistra, rinnova l'appello affinché venga rilanciata e resa più appetibile la scuola. Spazio poi alla proposta, pubblicata sull'inserto milanese del Corriere della sera: "Un anno di transizione. Noi garantiremo un collegamento tra Paravia e la primaria comunale parificata di via San Giusto".

Leggi tutto