Roma, fermato il vandalo di Piazza Navona

1' di lettura

Si tratta di un 52enne senza fissa dimora. L'uomo è stato riconosciuto dalla corporatura e dalle scarpe che indossava, le stesse visibili nei filmati delle telecamere di sicurezza. "Volevo attirare l'attenzione" ha spiegato ai carabinieri

Guarda anche:
Piazza Navona, il video dello scempio

E' stato fermato nella notte tra il 4 e il 5 settembre l'uomo che ha danneggiato la Fontana del Moro di piazza Navona, a Roma. Si tratta di un romano di 52 anni che avrebbe ammesso di aver colpito anche la Fontana di Trevi.
L'uomo è stato fermato in via dell'Anima, nel centro storico della capitale, dai carabinieri. E' stato riconosciuto dai militari dalla corporatura e dalle scarpe che indossava, le stesse visibili nei filmati delle telecamere di sicurezza che l'avevano ripreso durante i due raid vandalici di sabato.
"Ho voluto colpire quello che per me è il monumento più importante. Volevo attirare l'attenzione - ha spiegato l'uomo ai militari - sono rimasto sorpreso del fatto che nessuno è intervenuto".

In una nota il sindaco di Roma Gianni Alemanno ha commentato così l'arresto: "Un grande plauso ai carabinieri che hanno individuato e fermato lo scellerato che ha danneggiato la Fontana del Moro. Mi auguro adesso che a questo criminale venga data una punizione esemplare, senza scarcerazioni facili, perché per difendere il nostro patrimonio artistico è necessario, come ha detto il ministro della Cultura Galan, che sia evidente a tutti la gravità del reato. Chi colpisce un monumento artistico può essere capace di qualsiasi violenza e qualsiasi follia, quindi nessuna clemenza".

Leggi tutto