Piazza Navona, fontana danneggiata: il video dello scempio

1' di lettura

Prima l'opera del Bernini, poi la fontana di Trevi, colpita da un sanpietrino senza conseguenze. Si pensa a un unico autore per i gesti vandalici compiuti a Roma nelle ultime ore. Le telecamere della Sovrintendenza hanno ripreso le scene. LE IMMAGINI

Guarda anche:
La fontana del Moro danneggiata: FOTO

Le fontane di Roma sono sotto attacco di un vandalo seriale tuttora ricercato che in tre ore prima danneggia la Fontana del Moro a piazza Navona, colpendo violentemente una statua con un sasso, poi lancia un sanpietrino contro quella di Trevi, senza danneggiarla. L'uomo, ripreso dalle telecamere a guardia dei monumenti, sembra essere proprio la stessa persona, anche se i vigili urbani non sono ancora certi al 100 per cento (guarda il video in alto).

L'episodio ha suscitato l'indignazione del sindaco di Roma Gianni Alemanno che ha parlato di "un atto vandalico demenziale" e "una vera e propria offesa alla nostra città". Ma scoppia la polemica con l'opposizione. Per il Pd "ormai nella Capitale, violenza e atti teppistici dilagano".

Ad essere danneggiato è stato uno dei quattro mascheroni della fontana del Moro. Ma si tratta di copie ottocentesche che saranno presto restaurate, ha assicurato il Sovrintendente ai Beni culturali di Roma Capitale, Umberto Broccoli che ha definito il danno come opera dei "soliti idioti".

Le telecamere della Sovrintendenza, collegate alla Sala Sistema Roma e a disposizione degli agenti della polizia municipale, hanno ripreso gli attimi di follia di un uomo di circa 45 anni, il cui identikit è stato tracciato dai vigili, che si è accanito contro entrambi i monumenti.

Alle 8:26, in una piazza Navona ancora semideserta, l'uomo si è arrampicato sulla Fontana del Moro, è entrato in acqua e con un sasso che aveva con sé ha colpito dieci volte le figure in marmo ai lati di uno dei mascheroni, rompendo tre pezzi all'altezza delle orecchie. Il tutto è durato 30 secondi e le quattro telecamere puntate sul monumento hanno ripreso tutto.

Poi il vandalo si è accorto della presenza dei vigili e delle telecamere ed è scappato. Dopo tre minuti è intervenuta la polizia municipale, avvertita da un turista che ha visto i frammenti in acqua: "Fontana rotta", ha detto in un italiano stentato. Gli agenti li hanno recuperati tutti, per questo sarà possibile ricostruire interamente la parti danneggiate.

Dopo solo tre ore il vandalo è entrato nuovamente in azione. Alla Fontana di Trevi ha tentato quasi di mettere in scena lo stesso copione, stavolta per fortuna senza riuscire a danneggiarla. L'uomo ha lanciato un un sampietrino contro le statue dopo essere salito sul bordo del monumento, ma il sasso e finito in acqua e subito dopo l'individuo si è dileguato tra la folla. In entrambi i casi le telecamere sembrano aver ripreso la stessa persona: un uomo stempiato dalla corporatura robusta, alto circa un metro e 75 centimetri, che indossava una maglietta scura, jeans e scarpe da ginnastica.

L'unica differenza è in alcuni dettagli sulla maglietta, che dopo l'episodio di piazza Navona il vandalo potrebbe aver cambiato. Sul fronte politico è esplosa nuovamente la polemica sulla sicurezza. "Nella Capitale di Alemanno non esistono piu' regole", ha commentato il segretario del Pd di Roma, Mario Miccoli. Anche per il presidente nazionale dei Verdi "Roma è fuori controllo dal punto di vista della legalità".

Ma per il delegato alla Sicurezza di Roma Capitale, Giorgio Ciardi, "l'atto vandalico non ha colto di sorpresa il sistema di sicurezza di Roma Capitale. Le telecamere di sorveglianza hanno immediatamente allarmato la sala operativa della Sovrintendenza comunale e in pochi secondi, una pattuglia della polizia di Roma Capitale, già presente sull'altro lato della piazza, si è mossa verso la fontana".

Nella serata di sabato 3, poco prima delle 20, un altro vandalo è entrato in azione, ma è stato subito fermato dalla polizia. E' un turista americano di 20 anni che all'esterno del Colosseo, a ridosso del colonnato del monumento, lato di via Labicana, stava scavando. Il giovane avrebbe preso dei frammenti del monumento. Ma il ventenne fermato non è il vandalo seriale che ha colpito oggi le fontane.

Leggi tutto