Afa sull’Italia, ecco le città dove farà più caldo

Firenze sarà una delle città più calde
1' di lettura

I prossimi giorni saranno probabilmente i più roventi dell’estate. Temperature vicine ai 40 gradi quasi dappertutto. Allerta a Brescia e Torino dove, secondo la Protezione civile, sarà necessario adottare interventi di prevenzione per le persone a rischio

Scopri le temperature nella tua città: PREVISIONI METEO
Sole, caldo, afa: GUARDA L'ALBUM

L'Italia boccheggia per questa intensa ondata di calore che sta avvolgendo la penisola. Secondo il bollettino della Protezione Civile venerdì 19 agosto saranno dieci le città a rischio afa, mentre sabato ci sarà il picco con 12 città a 'livello 2', cioè "temperature elevate e condizioni meteo che possono avere effetti negativi sulla salute della popolazione a rischio”, e due città, Brescia e Torino, a 'livello 3', l'allarme rosso che rende necessario adottare interventi di prevenzione per le persone a rischio, anziani e malati in primis.
A Brescia si avrà una temperatura percepita di 37 gradi venerdì e 38 sabato, a Torino si arriverà addirittura ai 39 gradi. Allarme di livello 2 anche per Roma (37 gradi venerdì, 38 sabato), Firenze (38 gradi sabato), Milano (36 gradi), Trieste (37 gradi), Napoli (37 gradi venerdì, 38 sabato).

Termometri vicini ai 40 gradi, dunque, come confermano gli esperti: l'anticiclone africano in grande spolvero torna ad impossessarsi del palcoscenico meteorologico nazionale e, in concomitanza del giro di boa dell'estate, sfodera un torrido colpo di coda. A partire quindi da giovedì 18 agosto e sino ad inizio della prossima settimana l'anticiclone, irrobustito da aria rovente di estrazione sahariana, raggiungerà la sua massima espressione.
La canicola, sopratutto nel fine settimana, si farà sentire con decisione al Nord, specie in Val Padana laddove le temperature risulteranno elevate. Picchi di 37-38 gradi potranno raggiungersi tra bolognese, ferrarese e Polesine nonché nelle interne di Toscana e Lazio. Caldo anche nelle interne delle regioni meridionali con punte di 35-37 gradi su foggiano, casertano, cosentino e piana di Catania. La situazione non sarà da meno in montagna con punte di 30 gradi possibili a 1000m sulla cerchia alpina.
Ci penserà fortunatamente un debole flusso di correnti da nord a rendere più sopportabile quella che probabilmente sarà una delle più intense ondate di calore di questa stagione.

Leggi tutto