Tentano rapina vestiti da donna, arrestati a Messina. VIDEO

1' di lettura

Due giovani sono entrati in una banca con parrucca, borsa e seno finto. Non sono riusciti ad aprire i cassetti e prendere i soldi così sono fuggiti a mani vuote. Ma sono stati rintracciati grazie alle telecamere di sorveglianza. GUARDA LE IMMAGINI

Tailleur elegante, borsa, parrucca e un prosperoso seno finto: in apparenza due formose signore, in realtà due rapinatori. I due banditi hanno preferito al classico passamontagna un fantasioso travestimento che però non ha consentito loro di farla franca: entrambi sono stati arrestati per il tentativo di rapina alla Banca Carige di Barcellona Pozzo di Gotto, in provincia di Messina, fatto il 29 luglio.

In carcere sono finiti Carmelo Abbate, 20 anni, e Filippo Parisi, 21 anni. Le videocamere di sorveglianza dell'istituto di credito li hanno ripresi mentre, travestiti da donne entravano in banca. Tutto normale fin quando Parisi ha tentato di scavalcare il vetro della cassa centrale senza riuscirci perché la barriera è venuta giù per il peso eccessivo della finta donna.

L'altro rapinatore, intanto, per spaventare impiegati e clienti ha messo a soqquadro le scrivanie spaccando un pc. Innervosito per non essere riuscito ad aprire i cassetti e prendere i soldi uno dei due poi ha spinto e picchiato un impiegato disabile che l'aveva pregato di lasciarlo andare.

I rapinatori sono fuggiti a mani vuote su un motorino. La polizia chiamata dal direttore della banca, anche sulla base delle testimonianze dei presenti e dei precedenti dei due ragazzi, ha subito concentrato le indagini su Parisi e Abbate. I sospetti sono stati confermati dalle impronte lasciate dai rapinatori che sono stati arrestati.

Leggi tutto