In 330 su una carretta di 15 metri: nuovo sbarco a Lampedusa

1' di lettura

Sono quasi tutti somali e nigeriani. A bordo anche 50 donne e 4 bambini. L'imbarcazione di legno è molto simile a quella arrivata nell'isola il 31 luglio con 25 persone morte probabilmente per asfissia. FOTO E VIDEO: LO SPECIALE

Guarda anche:
Lo speciale Mediterraneo di Sky.it
L'Onu: mai così tanti profughi negli ultimi 15 anni
Emergenza immigrazione: sfoglia l'album fotografico

(in fondo all'articolo tutti i video sugli sbarchi)

E' giunto a Lampedusa un barcone intercettato nella serata del 2 agosto al largo delle coste dell'isola.
A bordo 330 migranti, provenienti dalla Libia, tra cui 50 donne e 4 bambini.
Erano stipati su un'imbarcazione di 15 metri in legno, simile a quella arrivata a Lampedusa con a bordo 271 persone e 25 cadaveri di disperati, morti probabilmente per asfissia nella stiva.

Il barcone, intercettato al largo delle costa sud-est di Lampedusa, è stato soccorso da tre motovedette della Guardia costiera che quando hanno verificato le condizioni di sovraffollamento dell'imbarcazione hanno effettuato il trasbordo dei migranti trasferendoli in porto.
Le operazioni di trasferimento nel centro di accoglienza sono terminate intorno alle 7 di mattino del 3 agosto.

Gli extracomunitari, per lo più somali e nigeriani, sono stati condotti sul molo Favarolo a bordo di tre motovedette della guardia costiera. Nel centro di accoglienza di Lampedusa ci sono al momento circa 800 persone.

Leggi tutto