Yacht in fiamme nel napoletano, un morto. VIDEO

1' di lettura

Un'imbarcazione di 13 metri ha preso fuoco a un miglio dalla costa di Castellammare di Stabia. A bordo due uomini italiani e una donna straniera: solo in due sono riusciti a mettersi in salvo. La vittima era un orafo di 51 anni

Una forte esplosione ha coinvolto una imbarcazione di 13 metri, lo yacht Mochi 44, a un miglio dalla costa di Castellammare di Stabia, nel golfo di Napoli, e una personaè morta nel rogo. L'esplosione si è verificata alle 13,20: a bordo dell'imbarcazione c'erano due uomini napoletani e una donna straniera. Uno dei due uomini e la donna sono riusciti a mettersi in salvo perchè al momento dell'espolsione di trovavano su un piccolo tender per pescare. Dopo l'esplosione i due sono stati soccorsi in mare da un velista che navigava poco distante insieme con la famiglia. La vittima, che ufficialmente risulta dispersa, era Raffaele Casizzone, orafo di 51 anni.

L'incidente si è verificato all'altezza del Banco di Santa Croce, di fronte alla costa della località Pozzano. L'imbarcazione era partita dai pontili di Castellammare di Stabia, all'Acqua della Madonna per una gita tra amici. Al largo del Banco di Santa Croce, a circa un miglio dalla costa in località Pozzano.
Secondo i militari della Capitaneria di Porto ritrovare la salma sarà un'operazione molto delicata in quanto l'incendio a bordo è stato devastante. Sull'accaduto la Capitaneria di Porto di Castellammare di Stabia ha aperto un'indagine amministrativa, mentre un'altra indagine è stata aperta dalla Procura della Repubblica di Torre Annunziata.

Leggi tutto