Borghezio, Milano apre un'inchiesta per le frasi su Oslo

L'eurodeputato della Lega Nord Mario Borghezio
1' di lettura

La procura del capoluogo dà il via a un'indagine conoscitiva per ora senza titolo di reato e senza indagati sulle affermazioni dell'eurodeputato. L'esponente leghista intanto si scusa

Guarda anche:
STRAGE IN NORVEGIA: LE FOTO - I VIDEO

APPROFONDIMENTI: Il giorno del terrore - Anti-islamico e di estrema destra: identikit dell'attentatore - Il racconto dei sopravvissuti - Le prime testimonianze sul web - La sparatoria al meeting dei giovani laburisti - Il massacro annunciato su Internet

(in fondo al pezzo tutti i video sugli attacchi in Norvegia)

La procura di Milano ha aperto un'inchiesta conoscitiva sulle dichiarazioni rilasciate a 'Radio24' dall'europarlamentare della Lega Nord, Mario Borghezio in merito alla strage di Oslo. Il fascicolo aperto d'intesa con il Procuratore Capo Edmondo Bruti Liberati è stato assegnato, al Procuratore aggiunto Armando Spataro, capo del Dipartimento Anti terrorismo e al Pm Grazia Pradella. Il Fascicolo è a modello "45" cioè senza ipotesi di reato e senza nessun indagato. Con un fax i magistrati hanno chiesto a Radio 24 di acquisire l'audio. Vogliono verificare se ci sono gli estremi per contestare l'ipotesi di istigazione alla violenza.

Borghezio intanto, sempre intervenendo a Radio 24, si scusa "con la Norvegia e, in particolare, con i parenti delle vittime" della strage di Oslo e fa sapere di mettersi a disposizione dell'autorità giudiziaria e spiega che "non mi avvarrò dell'immunità parlamentare". L'eurodeputato inoltre

Leggi tutto