Roma, incendio alla stazione Tiburtina. Treni nel caos

1' di lettura

Le fiamme sono divampate nella sala apparati dello scalo. I vigili del fuoco: “Al 90% cause elettriche”. Disagi e ritardi su buona parte della rete. Le Ferrovie: "Forti ripercussioni sul traffico". Alemanno: "Problemi per un mese". VIDEO E FOTO

L'ELENCO DEI TRENI GARANTITI LUNEDÌ 25 LUGLIO
Guarda le FOTO dell'incendio
Caos nelle principali stazioni italiane: FOTO
Treno Palermo-Milano arriva con 6 ore di ritardo

(In fondo all'articolo tutti i video sull'incendio)

Un violento incendio è divampato domenica 24 luglio, intorno alle 4 di mattina, nella sala apparati della stazione ferroviaria di Tiburtina a Roma dove da alcuni anni sono in corso lavori di ristrutturazione per trasformarla nel nodo principale della capitale per l'Alta Velocità. Solo intorno alle ore 8, i vigili del fuoco sono riusciti a entrare nei locali (guarda la mappa) per spegnere le fiamme.

Pesanti ripercussioni per la circolazione dei treni in tutta Italia con ritardi di molte ore. Informazioni sulla mobilità e sullo stato dell'emergenza trasporti sono disponibili sul sito delle Ferrovie dello Stato, su FSNews Radio, sul servizio Luce Verde della Regione Lazio e sul sito dell'Atac, l'azienda del trasporto pubblico locale di Roma (GUARDA L'ELENCO DEI TRENI GARANTITI LUNEDÌ 25 LUGLIO).

I vigili del fuoco: "Al 90% cause elettriche. C'è il rischio di un crollo" - In un primo momento si era parlato di un'ipotesi dolosa. Tuttavia gli investigatori della Polfer al momento non hanno trovato nessun elemento che possa far pensare a questa versione. "L'ipotesi più probabile è che dietro al rogo ci sia una causa elettrica", ha detto il comandante provinciale dei vigili del fuoco di Roma, Massimiliano Gaddini. "Quando entreremo nei cavidotti - ha aggiunto Gaddini - dove è partito l'incendio potremo verificare meglio questa ipotesi. Per il momento ci è sembrato un classico incidente generato da cause elettriche. Al 90% si escludono altre cause". "L'edificio - ha concluso Gaddini - risale agli anni '30, è la vecchia struttura della stazione, e quindi non possiamo escludere un eventuale crollo ed è per questo che non possiamo riaprire la struttura".  La procura di Roma aprirà un fascicolo dopo aver ricevuto il dossier dei pompieri.

Alemanno: "Problemi per un mese" - "Questo brutto incidente crea molti problemi non solo nella giornata di oggi ma li creerà per il prossimo mese", ha detto il sindaco di Roma Gianni Alemanno arrivato alla stazione Tiburtina (guarda il video in alto). "Adesso - ha aggiunto Alemanno - ci aspettiamo che le Ferrovie, i vigili, gli inquirenti, ci dicano le cause. Sembrerebbe che non ci siano cause dolose però bisogna aspettare che i vigili entrino dentro i condotti".
"Nei prossimi giorni saranno inevitabili restrizioni al traffico ferroviario con riflessi sui normali servizi ai viaggiatori", ha detto il ministro dei Trasporti Altero Matteoli, che in serata ha aggiunto: "Faccio appello alla pazienza dei cittadini che utilizzeranno il treno nei prossimi giorni, tenuto conto che il rogo della stazione Tiburtina fa parte degli eventi imponderabili ed imprevediili".

Ritardi e disagi sulla circolazione ferroviaria - La paralisi dello scalo Tiburtina, con treni costretti a transitare a bassa velocità per l'assenza di segnali elettrici, ha avuto ripercussioni su tutta la rete ferroviaria. Ritardi di ore si sono avuti nei principali snodi della Tav e delle altre linee, con migliaia di passeggeri costretti ad attese estenuanti sotto le pensiline, a Milano, Genova, Bologna, Firenze e Napoli (GUARDA LE FOTO).
Nel corso della mattinata di domenica è stata anche sospesa, e poi parzialmente riattivata, la circolazione dei treni lungo la linea B della metropolitana di Roma. Lunedì 25 luglio i treni della linea B potranno transitare regolarmente anche se non effettueranno la fermata nella stazione Tiburtina.

La situazione a Termini
- Treni soppressi, ritardi di una o due ore nelle partenze e passeggeri infuriati perché costretti a viaggiare in piedi nelle carrozze. Queste le ripercussioni a Termini dell'incendio divampato nel cantiere della nuova stazione Tiburtina.
In tanti si sono lamentati, domenica 24, perché costretti a viaggiare in piedi: le carrozze di un treno diretto a Venezia, che portava già un'ora di ritardo, erano strapiene: "Il treno su cui dovevamo viaggiare noi è stato soppresso – ha detto un viaggiatore – e ovviamente i posti di questo convoglio sono tutti già occupati. Ci tocca rimanere qui nello spazio tra le porte d'uscita e i bagni".

Le reazioni sul web - Molti i commenti degli utenti sui social network, a cominciare da Twitter dove qualcuno ha anche postato le foto scattate con il proprio telefonino. Sulla Hashtag #tiburtina i principali aggiornamenti e i commenti degli utenti. Anche su Facebook molte reazioni alla notizie, con qualcuno che ammette con sconforto: ce ne avremo per mesi.

Guarda tutti i video sull'incendio alla stazione Tiburtina:

Leggi tutto